In viaggio con.. Hubble!

Venti anni fa il telescopio spaziale Hubble scattò una fotografia destinata a diventare una delle immagini più famose in astronomia. Si tratta dei Pilastri della creazione, dense colonne di gas e polveri situate ai confini della nebulosa Aquila creati dall’azione del vento stellare. La struttura deve probabilmente il nome all’alto tasso di formazione di stelle della regione.

La foto divenne subito molto popolare, apparendo su copertine di libri e su T-shirt, la colorazione utilizzata diventò quella abituale nell’ambito delle immagini astronomiche. Questo, non solo per via della spettacolarità che suggerisce, ma anche, e soprattutto, perché i colori utilizzati hanno un significato fisico: verde per l’idrogeno, rosso per lo zolfo e blu per l’ossigeno ionizzato.

Da quel giorno le tecnologie di cui Hubble è dotato sono migliorate, in particolare l’originale camera planetaria grandangolare (WF/PC1) è stata sostituita dalla Wide Field Camera 3 che permette un livello di definizione nettamente superiore.

La scorsa settimana, in occasione dell’anniversario per i 25 anni dal lancio in orbita del telescopio, la NASA ha diffuso nuove immagini molto più dettagliate e decisamente mozzafiato di questi tre “torrioni” spaziali.

confronto

Comparando le due immagini gli scienziati hanno notato che una particolare zona dei Pilastri si è espansa di circa 100 miliardi di km, questo avviene perché la struttura è molto dinamica essendo costituita da gas riscaldati.

La stessa immagine cambia, pur mantenendo il suggestivo impatto visivo, attraverso l’indagine agli infrarossi, dal momento che questi riescono a penetrare attraverso la maggior parte del gas.infra

Sempre Hubble ci regala una straordinaria immagine da 1,5 miliardi di pixel della Galassia di Andromeda. Detta anche Grande Nebulosa di Andromeda, la Galassia è visibile anche ad occhio nudo e si trova a 2,5 milioni di anni luce dalla Terra. La foto a piena risoluzione, dotata di zoom, la potete trovare qui: http://www.spacetelescope.org/images/heic1502a/zoomable/andromeda

Chiudiamo questo breve viaggio interstellare con un piccolo consiglio: per rifarvi gli occhi, o lo sfondo del desktop, visitate il sito dedicato al noto telescopio che propone una galleria di bellissime immagini. Lo trovate a questo link: http://hubblesite.org/gallery/wallpaper/

Quando ascoltai l’erudito astronomo,
Quando le dimostrazioni, i numeri, furono dispiegati dinanzi a me,
Quando le carte e i diagrammi mi furono mostrati per sommarli, dividerli e misurarli,
Quando ascoltai trepidante l’astronomo nell’aula delle sue famose lezioni,
Quanto inspiegabilmente presto divenni esausto e sofferente,
Fino a quando alzandomi e scivolando via iniziai a vagare in solitudine,
Nell’umida e misteriosa aria notturna, e secondo dopo secondo,
Volsi lo sguardo alle stelle nel perfetto silenzio.
(Walt Whitman)

 

Serena Piccardi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?