Take a look around

take a lookLa primavera è arrivata, aprile ci sta salutando con gli ultimi giorni pieni di appuntamenti. Vediamo insieme cosa fare questa settimana.


mercoledì 22: Don Quijote con coreografia e regia di Loris Petrillo in scena al Teatro Vascello. Ingresso € 15, inizio spettacolo h 21.00 http://www.teatrovascello.it

– Pigneto Poetry Slam al Fanfulla. Gara poetica condotta dalle poetesse Jonida Prifti e Claudia Formiconi. Ingresso con tessera Arci. Inizio gara h 21:30 http://www.facebook.com/pages/Fanfulla-5a-Circolo-Arci/362341293940781

giovedì 23: Astrid Nippoldt presenta la sua prima personale dal titolo “Oakwood” alla The Gallery Apart (Via F. Negri, 43) http://www.thegalleryapart.it

Oakwood

– Dopo il grande successo di WakeDaFucUp tour, con più di 80 date, dal Monegros all’ HipHopKemp, dalla Russia all’America del Sud, gli ONYX sono ora diretti a Johannesburg per il giorno della liberazione del Sud Africa. Giovedì 23 Aprile saranno a Roma per la PRIMA DATA ITALIANA del loro nuovo album “AgainstAllAuthorities”. Si comincia come ogni giovedì con i padroni di casa e il programma WELCOME2THEJUNGLE alle 22:30, al termine della diretta radiofonica inizierà il concerto, h 01:15 ONYX AgainstAllAuthorities. Prezzo 9€, siate puntuale perché prevedo fila!

ONYX

– Si chiama “89-2012” e si svolgerà alla Città Dell’altra Economia, pittura, installazione, mixed media e scultura: quattro artisti romani – Leo Barret, Alessandro Gianní, Valentina Nascimben ed Andrea Polichettti – dialogano con la musica di Filippo Brancadoro & Cosimo Damiano, Luca Spagnoletti, Emiliano Maggi e Lordarcadia. Inizio h 19.00

venerdì 24: Alle h 18.00 presso La Sapienza (zona facoltà di Fisica) incontro e dibattito pubblico tra le realtà organizzate su “territori e nuovi fascismi”. Seguirà murales e aperitivo dj set con Ore 20 cena popolare. Alle 22.00 ci si sposta in zona rettorato per il concerto Hip Hop con: WELCOME2THEJUNGLE – DANNO/DJ CEFFO/CANNASUOMO – LABORATORIO HIP HOP METICCIO STAY REAL – SERPE IN SENO – PUGNI IN TASCA. Dopo il concerto DJ SET GIGI OUTTA BARACCA + All Night Long Dj Set Kabobo Family Funky Disco Soul. Per tutta la durata del festival in funzione 2 bar/ punti ristoro/infoshop/materiale antifa con la presenza di Red Star Press. Hellnation Record Store, Militant Autlet, All Reds Rugby Roma, Serigrafie Ribelli  e altro ancora. Il 25 Aprile, partenza del corteo: via della stazione di Tor Sapienza.

Achtung Banditen

sabato 25: All’interno della rassegna 1/4 DI SECOLO DI LOTTE SOCIALI (https://www.facebook.com/events/1403814499936088/), verrà presentato per la prima volta a Roma il video di FIGLI COME NOI a favore di ACAD Associazione Contro gli Abusi in Divisa – Onlus: il ricavato delle sottoscrizioni e il cachet de IL MURO DEL CANTO saranno interamente devoluti al Fondo per le Spese Legali dell’Associazione.

Un’occasione importantissima che darà seguito all’anteprima nell’ambito del FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL GIORNALISMO di PERUGIA #IJF15, necessaria a dare ulteriore forza e sostegno alle famiglie aderenti ad ACAD e non solo che stanno lottando per ottenere verità e giustizia. #SoffiamoViaGliAbusi è l’hashtag con il quale IL MURO DEL CANTO e ACAD, insieme ai tanti ospiti, chiamano a raccolta quanti vorranno aderire a questa iniziativa senza precedenti legata a Figli Come Noi, perché «se ritornerà la bestia umana, la gente tutta unita la combatterà».

Zerocalcare ACAD

– Al Klamm torna Guido Catalano, tra cuore, fegato e polmone sinistro del quartiere Pigneto in Roma ci sarà un reading in solitaria con navigazione a vista. Poesie tratte dalle ultime quattro raccolte del poeta dalla barba sincera: “Ti amo ma posso spiegarti”, “Piuttosto che morire m’ammazzo”, “La donna che si baciava con i lupi” e “Motosega”, senza tralasciare grandi classici della poesia catalaniana e inediti a forte impatto emotivo. Un affastello amoroso che uno si chiede come minchia ci stia tutto sto amore in un uomo solo. Ingresso libero con tessera ARCI.

Guido Catalano

– Si festeggia con la liberazione quest’anno il compleanno del Kino. Il 25 aprile, nella struttura fuori dal comune della Rampa Prenestina, ospiti e amici festeggeranno insieme a noi il nostro 4° compleanno. In apertura, Edoardo Ferrario e Luca Ravenna, con la loro Stand Up, e poi saliranno sul palco quelli di WOW a farci tornare indietro nel tempo. A darsi il cambio nelle due sale musica, infine, il nostro dj “resident” Bob Corsi, che palleggerà i dischi con Dj Stile (Federico) e Dj Tuppi (Giuseppe). A documentare sgomento, euforia, primavera e chissà disagio, l’obiettivo di Gianluca Uncinetto Moro, col suo set fotografico. Il 25 Aprile è sabato. E’ la liberazione. E’ il 4° compleanno del Kino. INGRESSO LIBERO FINO A MEZZANOTTE. OLTRE LA MEZZANOTTE: 10€.

– Publigiovane Eventi anche quest’anno presenta l’evento che ogni primavera raccoglie migliaia di appassionati presso l’Agriturismo 4.5 di Roma, in via Ardeatina 1696, “Un Mare di Birra… sul Prato”, ormai giunto alla sua Quinta edizione. Sarà come sempre una giornata da trascorrere immersi nel verde degustando birre artigianali e prodotti gastronomici tipici. La formula quest’anno prevede la presenza di 16 banchi presieduti dai publican di alcune delle più importanti realtà del panorama brassicolo romano, che presenteranno ognuno la propria selezione birraria: si prevedono quindi ‘sfide’ a colpi di chicche ed eccellenze. Il tutto sarà accompagnato da un menù di prodotti tipici ed eccellenze, da musica, giochi per bambini… e per adulti. Con i gettoni, che potranno essere cambiati nel corso dell’evento, si potrà scegliere tra birra e food durante tutta la giornata. Il bicchiere verrà fornito all’ingresso al costo di 3 euro.

A breve tutti i dettagli, rimani connesso su unmaredibirra.com La location: https://www.facebook.com/pages/45-AgrIN/207862769230456

Un Mare di Birra sul Prato 2015

martedì 28: Montage of Heck – documentario su Kurt Cobain. http:///www.facebook.com/events/594242497372607/

Faccio parte della generazione di mezzo: quella che ha sfiorato il concerto al Palaghiaccio di Marino del ’94 con i Melvins in apertura, ma per cui la discografia, ancora calda, dei Nirvana è stata l’apertura del vaso di Pandora. Comprai tutto: cd, singoli, bootleg. Motivo per cui, anche se ora non li ascolto quasi più e magari non li inserirei tra i miei dischi preferiti di sempre, quando vedo la faccia di Kurt Cobain su flyer di serate revival o come elemento moodboard ribelle/dannato, le braccia mi cascano fino al centro della terra. All’epoca comprai anche la biografia della band scritta da Michael Azerrad, che mi permise di sbirciare dietro le quinte da “rockstar” di Kurt, Chris (Novoselic) e Dave (Grohl) e inquadrarli come ragazzi qualsiasi che trovandosi al momento giusto, nel posto giusto e con i brani giusti arrivarono più in là di quanto immaginassero – e forse volessero. Ecco, spero che l’approdo sul grande schermo del documentario di Brett Morgen – incensato dalla critica e forte dell’accesso all’archivio Cobain dove sono custoditi video, registrazioni, quadri e appunti inediti che ripercorrono un intero arco di vita -, riesca a completare quest’opera di demistificazione presso il grande pubblico; andando oltre l’equazione Kurt-Courtney- Eroina-Successo-Suicidio, per scoprire un ragazzo a cui, in fondo, piacevano i Beatles. Io sono ancora combattuta se andare o meno, per il grande amore che mi lega a questa band e al suo tormentato chitarrista.

Montage of heck

Miei cari vagabondi, avete l’agenda piena di eventi perché nel dubbio è sempre meglio uscire a fare due passi!

#takealookaround su twitter!

 

Alessandra Pompa

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?