Francia, sciopero dei trasporti minaccia gli europei

Sono falliti i negoziati per scongiurare lo sciopero di Air France dall’11 al 14 giugno, dopo l’inizio di Euro 2016, al via domani. I tre sindacati dei piloti hanno respinto un nuovo protocollo per dirimere la controversia con l’azienda e hanno mantenuto il preavviso. La compagnia ha riferito che sabato sara’ assicurato comunque il 70-80% dei voli. Permane la situazione di stallo anche con i sindacati dei lavoratori della SNCF (trasporto ferroviario), in sciopero per il nono giorno consecutivo. Di poche ore fa la decisione di bloccare domani la RER, la rete ferroviaria che collega Parigi all’aeroporto e allo Stade de France, dove domani si gioca la gara inaugurale tra Francia e Romania. Continua anche l’astensione dei netturbini, mentre stamani manifestanti e sostenitori della Cgt, primo sindacato del Paese, hanno bloccato l’accesso a Rungis, nella Val-de-Marne, il piu’ grande mercato agroalimentare dui prodotti freschi del mondo, che fornisce soprattutto l’area di Parigi.

Oggi il governo francese aveva supplicato i sindacati di mettere fine alla serie di scioperi nei trasporti e nei servizi contro la legge sul lavoro El Khomri per non ostacolare Euro 2016. Il ministro dell’Ambiente ed ex compagna del presidente Francois Hollande, Segole Royal, aveva dichiarato che “la gente vuole che le cose tornino alla normalità e che si ponga fine al caos” nei trasporti e nella raccolta dell’immondizia perché “non è normale per un Paese moderno essere costantemente paralizzato”. Rivolta ai sindacati Royal è ricorso all’arma del patriottismo nazionalista, sempre forte nell’Esagono: “l’orgoglio della Francia è in gioco. Non permettete che la capacità della Francia di organizzare eventi globali sia danneggiata”.

Stasera inoltre la Francia è chiamata al primo grande test sulla sicurezza. Quasi 90.000 persone si riuniranno per un mega concerto gratuito a Parigi ai piedi della Torre Eiffel. Protagonista dell’esibizione il dj star David Guetta. Il tutto a 24 ore dal fischio di inizio di Francia-Romania, partita d’esordio allo Stade de France, dove alle 21,20 del 13 novembre scorso iniziò la serie di attacchi coordinati in tutta Parigi che a fine serata lasciarono sul terreno 130 vittime della follia omicida di Isis.

Francia-Romania allo Stade de France inaugurerà gli europei. I galletti di Didier Deschamps inaugurano il girone A contro la selezione di Iordanescu. La sfida sarà riuscire a perforare la difesa della Romania ha chiuso le qualificazioni come miglior difesa, con appena due reti al passivo.

Intanto c’è stato il primo allenamento degli azzurri a Montpellier. Nella partitella a metà campo protagonisti Immobile e Zaza, con doppietta del granata e una rte per il bianconero. Al termine della mattinata, gli azzurri hanno regalato palloni e hanno posato per le foto di rito con i 600 tifosi accorsi che hanno assistito all’unico allenamento a porte aperte. In tribuna anche il presidente della Figc Carlo Tavecchio con l’ambasciatore italiano a Parigi, Giandomenico Magliano.

fonte: agi.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?