La moda Vintage

Credo che l’interesse per la moda mi sia stato trasmesso mentre ero ancora nella pancia di mia madre, sarta che dagli anni ’60 lavorò per Roberto Capucci ed Emilio Schuberth.

La sua incredibile passione mi è stata trasmessa con grande amore ed è per questo che mi trovo a scrivere questa rubrica; vorrei parlare di moda con lo stesso trasporto con il quale mi raccontava di quando era giovane in atelier, delle attrici che vestì, della vita e moda di quei tempi, analizzando velocemente il fenomeno del vintage, per poi soffermarmi sulla moda del costume dagli anni ’50 in poi.

Ad oggi purtroppo si fa un gran parlare di moda, ma spesso molti blog esortano solo l’acquisto dell’ultimo capo della nuova collezione, dell’ultimo accessorio glamour, trascurando la storia del costume e dunque di tutti quegli aspetti; antropologico, sociologico, culturale che confluiscono nel termine “Moda”.

Quella bambina che vedeva la mamma cucire è diventata una stilista, nonché una ricercatrice di tendenze, per cui oltre al raccontarvi passo, passo la storia dello stile e della sua evoluzione, citerò luoghi, siti, fiere, negozi che io stessa frequento per lavoro alla ricerca di continue ispirazioni.

Buona lettura e benvenuti nel mondo della “Borsalina”!

Il Vintage

vintage

La moda è come la storia, fatta di corsi e ricorsi,  in ogni stagione ci offre un bel po’di novità non sempre nuove: a volte si tratta di capi ispirati al passato, altre volte si tratta semplicemente di un come-back. I vestiti di ispirazione vintage sono modificati rispetto al loro modello originario per acquisire un look più moderno, altri capi invece nascono così tanto simili al loro antenato che è spesso più economico (e più divertente) andare alla ricerca del capo originale.

La peculiarità che trovo nel vintage è quella di essere testimonianza di uno stile, di un epoca passata che ha segnato profondamente alcuni tratti iconici della moda, del costume e del design. Rovistando negli armadi dei nonni, o nei tanti negozi che sono sorti un po’ ovunque, si scoprono oggetti che profumano di storia e di ricordi, che tornano ad essere amati e di moda, in cui il senso del tempo è intrinseco e ne da un valore aggiunto.

Esiste un ritmo sull’asse temporale del tempo che ci fa spostare avanti e indietro le lancette, e questa è la moda, attraverso l’acquisto di capi vintage ci immergiamo in atmosfere perdute e possiamo riviverle ancora oggi.

Quante volte nella nostra vita abbiamo pensato: “Sono nata nell’epoca sbagliata!”, grazie a fiere, mercatini e negozi specializzati il passato ora lo si può respirare, indossare e comprare, senza sentirsi fuori moda.

Il vintage, infatti, è la testimonianza di un mondo passato, un viaggio spazio-temporale in cui la moda d’epoca, intesa come patrimonio storico e culturale, diventa contemporanea e originale.

love vintage

Il termine “vintage” deriva dal francese antico “vendange”, che significa vendemmia; inizialmente indicava il vino d’annata reso pregiato dall’invecchiamento, ma nel linguaggio comune si riferisce agli oggetti di gusto sorpassato o fuori produzione, appartenenti ad un’altra epoca o generazione. È vintage tutto quello indossato o prodotto almeno vent’anni prima del momento attuale e che può riferirsi anche a secoli passati. Per cultura, per costume, per design, o per le poche serie realizzate, si tratta di oggetti-simbolo unici che hanno caratterizzato una determinata epoca storica e che conservano fascino, funzionalità, qualità ed estetica superiori agli oggetti correnti.

Nella moda bisogna, però, non incappare in certi errori; alcuni pensano che sia vintage tutto quello che appartiene alla collezione precedente; altri confondono il termine vintage con rétro. Con il secondo si rende omaggio a una certa epoca con elementi di recente fattura che rimandano a un preciso periodo cult della storia; un oggetto nuovo, anche se ricorda il passato, non verrà mai definito vintage ma rétro, come la Bamboo Bag di Gucci o le calzature Creations di Salvatore Ferragamo, riproposte nell’alta moda dei giorni nostri.

Non si tratta poi dell’usato di “seconda mano”, perché la sua caratteristica è quella di aver acquisito valore nel tempo per le sue doti di irriproducibilità ed irripetibilità. Occorre, inoltre, fare una distinzione tra il vintage “comune”, da mercatino, e il luxury vintage. Oltre al tempo, infatti, vanno considerati altri fattori: la preziosità del tessuto, le rifiniture, il marchio e soprattutto la storia del capo stesso. Un esempio è l’abito con cui Marilyn Monroe ha cantato “Happy Birthday” al presidente John F. Kennedy, venduto per 1 milione e 267.500 dollari.

La paura del futuro, l’incertezza economica, il rifiuto della moda standardizzata, la voglia di distinguersi e di ritornare al passato sembrano confermare che in tempi di crisi e di recessione il vintage diviene anche un’esigenza di risparmio, ma basta un pizzico di fantasia  e si possono creare abbinamenti interessantissimi tra il vecchio stile e il nuovo.

– Dove trovare articoli vintage interessanti –

Vi consiglio ad esempio:

A.N.G.E.L.O. Vintage palace, Ravenna

Un palazzo di tre piani interamente dedicato al vintage, un negozio/ museo  rivolto alla storia della moda di questo secolo, con la possibilità fuori dal comune, di potere, a seconda delle aree oltre che acquistare, anche di noleggiare gli articoli esposti, migliaia di capi e accessori usati, tutti scrupolosamente selezionati e classificati.

Una realtà fondata da Angelo Caroli nel 1978 a Lugo di Ravenna, sua città natale nel cuore della romagna, dove ha deciso di costruire il suo ambizioso progetto, un vero e proprio archivio storico di pezzi “vintage”, capi usati d’annata con un valore storico e stilistico, raccolti negli anni da ogni parte del mondo. http://www.angelo.it/site/home_1

angelo vintage shop

A.N.G.E.L.O. Vintage Palace di Angelo Caroli, è considerato, secondo la maggior parte degli addetti ai lavori , uno tra i più influenti e importanti negozi di abbigliamento vintage in Italia e nel mondo e il suo archivio storico è ad oggi punto di riferimento a livello internazionale per l'intero sistema della moda.

A.N.G.E.L.O. Vintage Palace di Angelo Caroli, è considerato, secondo la maggior parte degli addetti ai lavori , uno tra i più influenti e importanti negozi di abbigliamento vintage in Italia e nel mondo e il suo archivio storico è ad oggi punto di riferimento a livello internazionale per l’intero sistema della moda.

A.N.G.E.L.O. Vintage palace è un palazzo di tre piani interamente dedicato al vintage, un negozio/ museo rivolto alla storia della moda di questo secolo, con la possibilità fuori dal comune, di potere, a seconda delle aree oltre che acquistare, anche di noleggiare gli articoli esposti, migliaia di capi e accessori usati, tutti scrupolosamente selezionati e classificati.

A.N.G.E.L.O. Vintage palace è un palazzo di tre piani interamente dedicato al vintage, un negozio/ museo rivolto alla storia della moda di questo secolo, con la possibilità fuori dal comune, di potere, a seconda delle aree oltre che acquistare, anche di noleggiare gli articoli esposti, migliaia di capi e accessori usati, tutti scrupolosamente selezionati e classificati.

VINTAGE SELECTION, Stazione Leopolda Firenze

Una mostra-mercato di abbigliamento, accessori e oggetti design vintage esposta alla Stazione Leopolda srl Firenze, seguita da un grande pubblico di collezionisti e appassionati. La manifestazione è diventata un appuntamento imperdibile per cool hunter e uffici stile di importanti aziende internazionali della moda, che vengono a Firenze a caccia di input per la propria ricerca creativa. http://www.stazione-leopolda.com/

La stazione Leopolda è stata la prima stazione ferroviaria costruita a Firenze ed oggi è adibita a sede per meeting,congressi e varie manifestazioni. Si trova in viale Fratelli Rosselli sui viali di Circonvallazione.

La stazione Leopolda è stata la prima stazione ferroviaria costruita a Firenze ed oggi è adibita a sede per meeting,congressi e varie manifestazioni. Si trova in viale Fratelli Rosselli sui viali di Circonvallazione.

Un’atmosfera da film la fiera VINTAGE SELECTION è un vero laboratorio di ricerca creativa, innovazione stilistica, ma anche punto d’incontro per gli appassionati del vintage e luogo di ispirazione per le grandi aziende di moda.

Un’atmosfera da film la fiera VINTAGE SELECTION è un vero laboratorio di ricerca creativa, innovazione stilistica, ma anche punto d’incontro per gli appassionati del vintage e luogo di ispirazione per le grandi aziende di moda.

VINTAGE LA MODA CHE VIVE DUE VOLTE, Forlì

Arriva la Fiera di Forlì il 21-22-23 ottobre 2016 la 21° edizione. Un intero fine settimana per perdersi tra abbigliamento, accessori, bellezza, gusto, grandi firme, stile di vita e musica; tutto rigorosamente d’annata! http://www.fieravintage.it/

vintage forlì

 

Il fenomeno del vintage da qualche anno ad oggi è al suo apice, ecco le foto dei miei amici decisamente Vintage! Grazie per avermi inviato questi scatti!

amici eleamici ele2

 

Eleonora Riccio

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini - Sito web realizzato da Riccardo Spadaro - Tema Wordpress: Kleo

Log in with your credentials

Forgot your details?