Take a look around: 19/25 dicembre

Gli eventi segnalati dal nostro blog nella settimana dal 19 al 25 dicembre a Roma.

19 dicembreI Lunedì dell’ISCR

Aperture straordinarie dell’ex Carcere dei Ragazzi e visite guidate ai cantieri di restauro dell’Apoteosi di Sant’Orsola di Vittore Carpaccio e del Ciclo della pesca di Umberto Coromaldi. Primo appuntamento il prossimo 19 dicembre.
L’Istituto aprirà le sue porte grazie alla nuova iniziativa che consentirà, per un giorno al mese fino alla primavera 2017, l’accesso al pubblico agli ambienti dell’ex Carcere Maschile del San Michele. Si parte il prossimo 19 dicembre con tre turni di apertura che comprendono la visita guidata al primo piano dell’edificio progettato da Carlo Fontana (il “carcere” vero e proprio) e ai cantieri di restauro dell’Apoteosi di Sant’Orsola e del Ciclo della pesca.
Un gruppo di esperti dell’Istituto accompagnerà i visitatori alla scoperta della storia dell’edificio e della vita della comunità dei giovani detenuti; un altro gruppo illustrerà la storia del ciclo veneziano con le storie di Sant’Orsola, (realizzato da Vittore Carpaccio tra il 1488 e il 1495 e conservato nelle Gallerie dell’Accademia di Venezia) e darà conto dell’intervento condotto a partire dallo scorso settembre dal Laboratorio Restauro dipinti su tela dell’ISCR sulla scena centrale del ciclo; un terzo gruppo si dedicherà all’intervento sulle tele del poco conosciuto Ciclo della pesca del pittore romano Umberto Coromaldi, realizzate in occasione dell’Esposizione Internazionale di Belle Arti tenutasi a Roma nel 1911.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
sul sito Eventbrite
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-i-lunedi-alliscr-30028801955

19 dicembreHazy Shades | The Simon & Garfunkel Legend

In occasione del 35° anniversario dello storico “Concert in Central Park” la band degli HAZY SHADES ripercorrerà i passi dell’evento che il 19 Settembre 1981 vide riunirsi Paul Simon e Art Garfunkel dopo un decennio di carriere separate.
Per questa speciale occasione lo spettacolo sarà arricchito dall’affascinante racconto di JOHN VIGNOLA – scrittore, giornalista e critico musicale – sulla storia di Simon & Garfunkel.
Il repertorio degli HAZY SHADES si snoderà attraverso gli arrangiamenti più celebri dei grandi live e delle versioni originali, toccando tutti i periodi musicali delle composizioni di Paul Simon, rese intramontabili dalla voce di Art Garfunkel.
Di canzone in canzone, di storia in storia, ricorderemo i contorni che segnano l’arrivo al Central Park di Simon & Garfunkel. Non solo le circostanze o gli aneddoti che hanno reso quei pezzi celebri, ma, soprattutto, il modo in cui vengono riproposte in quel concerto e i loro, inevitabili, legami con il rock che le ha precedute.
Ogni canzone racconta una storia, si sa, e quelle di Paul Simon lo sanno fare come poche altre.
Un concerto-evento celebrativo, raffinato ed evocativo da non perdere!

|INGRESSO CONCERTO:
Intero 15€ (include primo drink al bar del foyer); Ridotto 13€ (studenti/bambini).
Info/prenotazioni: 347-8248661; wonderwallenter@gmail.com
Si consiglia la prenotazione.

Teatro San Genesio – Via Podgora 1

20 dicembreRebibbia CityFest – incontro con Claudio Giovannesi e proiezione di “Fiore”

Dopo il successo ottenuto durante la Festa del Cinema, l’Auditorium del Carcere di Rebibbia si aprirà ancora alla settima arte, stavolta nell’ambito di CityFest, in collaborazione con La Ribalta. Martedì 20 dicembre, alle ore 16, il regista Claudio Giovannesi presenterà la proiezione aperta ai detenuti e al pubblico del suo ultimo lavoro, Fiore. La proiezione sarà preceduta dal cortometraggio di Fabio Cavalli Naufragio con spettatore, Menzione Speciale della Giuria del Premio Migrarti alla 73a Mostra del Cinema di Venezia. Presentano l’evento Mario Sesti per Fondazione Cinema per Roma e Laura Andreini Salerno per il Centro Studi Enrico Maria Salerno. 

L’evento è ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti. Per info e prenotazioni contattare il sito: www.enricomariasalerno.it

22 dicembreMed Free Orkestra @Quirinetta

Giovedì 22 dicembre continua #EsperantoFest, nuova rassegna musicale che si svolgerà al Quirinetta

Esperanto fest nasce da un’idea di Francesco Fiore, musicista e fondatore della Med Free Orkestra, ensemble multietnico composto da diciassette musicisti provenienti da varie aree del mondo.

“Esperanto”, che significa “colui che spera”, nasce come lingua artificiale con l’obiettivo di favorire le relazioni tra i popoli e la pace nel mondo. L’artefice della rassegna ha appunto l’obiettivo di far incontrare diverse realtà musicali capaci, attraverso le contaminazioni, di comunicare tra loro, coinvolgendo così il pubblico nel dialogo.

Ogni appuntamento vedrà la Med Free Orkestra “dialogare” in note con ospiti musicali che si avvicenderanno sul palco.

La serata d’apertura del 22 dicembre vedrà alternarsi sul palco Renzo Rubino la Rappresentante di Lista Baba Sissoko

Francesco Fiore crede nell’azione “terapeutica” della musica: «cantiamo le idee per sensibilizzare il mondo, e lo facciamo ballando. Perché tutti abbiamo bisogno di bellezza, di vedere cose belle e sperare soprattutto in cose belle…»

fino al 5 gennaioEleonora Costi “Abandoned H. Ell.”

Eleonora Costi vincitrice del premio Ginko Art Award 2016 per la fotografia esporra il suo progetto “Abandoned H. Ell ” Spazio Ginko.

Eleonora Costi è una giovane fotografa di Milano. Laureata in Psicologia presso l’università Cattolica di Milano fin da bambina ha viaggiato molto e questo l’ha avvicinata fin da subito al mondo della
fotografia, cosi ha deciso di trasformare la sua passione in un lavoro. Ha conseguito un master in Photography e Visual Design presso la Nuova Accademia di Belle Arti a Milano.
Il suo punto di partenza è stato la fotografia di reportage “Viaggiare ,per me, vuol dire venire a contatto con culture, vite ed esperienze diverse e la fotografia permette di cristallizzare quegli incontri casuali in quei luoghi lontani immortalando la transitorietà di quel momento” racconta Eleonora.

“Quando senti quell’ odore capisci che sei arrivato. E’ il legno, sempre quello , che dai soffitti pericolanti ai pavimenti sconnessi è impregnato dalla pioggia ormai padrona di ogni ambiente. E sempre ti sovrasta il buio, quel maledetto buio che ti impedisce di cogliere gli scorci migliori. Chiudi gli occhi e rivivi danze e feste, messe e sacerdoti, medici e malati o più semplicemente uomini e donne.E’ il silenzio, sempre uguale, che ti alleggerisce il passo e ti costringe il respiro. Incombente , assoluto e preoccupante ti fa sussultare quando la natura o gli animali lo sfregiano.Sono le sensazioni a far nascere le passioni: i luoghi abbandonati mi hanno prima emozionata , poi spinta a fissarli in un ‘immagine per impedire che, come i ricordi, si affievolissero nel tempo” ci racconta ancora Eleonora dopo aver girato mezza Italia alla ricerca di luoghi carichi di storie e vite vissute, lasciati nell’oblio e al dominio della polvere: da case ancora arredate con grandi saloni affrescati ad ex ospedali psichiatrici, da chiese e preventori fino a collegi e monasteri sperando di trasmettere a chi guarda stupore e turbamento, sensibilizzando tutti a salvaguardare queste meraviglie. Con questo spirito Eleonora ha dato vita al progetto Abandoned H. Ell che vi invitiamo a venire a vedere a Spazio Ginko.

aperto lun-ven ore 15 -19
sabato su appuntamento

Redazione

Hai un evento o iniziativa da segnalarci a Roma e dintorni? Scrivici a virgoletteblog@gmail.com oppure clicca qui –

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?