Take a look around: 13/19 febbraio

Gli eventi segnalati dal nostro blog nella settimana dal 13 al 19 febbraio a Roma.

13 febbraio : Zanbagh Lotfi | È stato forse ieri

Inaugurazione lunedì 13 febbraio ore 18.30
13 febbraio – 21 marzo 2017

Dopo la mostra collettiva d’esordio di fine 2016, la galleria Richter Fine Art inaugura la stagione espositiva 2017 con un’esposizione personale – la prima in galleria – della pittrice Zanbagh Lotfi.
Artista iraniana nata nel 1976, Lotfi si è formata dapprima a Teheran e successivamente in Italia, presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove vive e lavora.
Il titolo della mostra, È stato forse ieri, prende in prestito una dei passaggi più celebri dell’incipit del libro Lo straniero, pubblicato dal filosofo e scrittore francese Albert Camus nel 1942: la frase sintetizza in maniera incisiva lo stato di smarrimento e di languore che caratterizza il racconto, evocando una memoria che affiora in maniera inesatta, non “fotografica”.

Vademecum:
Titolo: È stato forse ieri
Artista: Zanbagh Lotfi
Con un testo di Christian Caliandro e Saverio Verini
Luogo: galleria Richter Fine Art, vicolo del Curato, 3 – Roma
Inaugurazione: lunedì 13 febbraio 2017 dalle ore 18.30, ingresso libero
Durata mostra: dal 13 febbraio al 21 marzo 2017
Orari: dal 14 febbraio al 21 marzo 2017: dalle 13.00 alle 19.30 dal martedì al venerdì e il sabato dalle 09.00 alle 20.00.

14 febbraioTrentemøller – Fixion Tour – Rome

Ricami melodici che colpiscono al cuore, attenzione al suono in ogni minimo dettaglio, la capacità di combinare sensibilità indie e quelle elettroniche con un piglio raro, molto personale: è con queste armi che il danese Anders Trentemøller è diventato uno degli artisti più amati dell’ultimo decennio. Una storia d’amore, quella fra lui e un pubblico fin dall’inizio molto vasto, preparato e trasversale, iniziata dalle sue prime produzioni (una serie di EP a partire dal 2003) e soprattutto dal suo album d’esordio “The Last Resort”, anno 2006, finito all’epoca in moltissime classifiche sui migliori album dell’anno, dandogli definitiva consacrazione. I successivi “Into The Great Wide Yonder” (2010) e “Lost” (2013) non hanno fatto che confermare il suo status di artista sia di culto, sia in grado di parlare a pubblici diversi, sfaccettati.

Spazio Novecento Ufficiale

Piazza Guglielmo Marconi 26/B, 00144 Roma

14 febbraioRivelazione al Teatro India

RIVELAZIONE
Sette meditazioni intorno a Giorgione

Nell’impossibilità di tracciare una biografia di Giorgione, di fronte a due schermi come una pala d’altare spezzata, si raccontano, per mezzo di parole, documenti, versi poetici ed immagini delle opere del pittore di Castelfranco, frammenti della Venezia a cavallo tra XV e XVI secolo.

Giorgione è una delle figure più enigmatiche della storia dell’arte. Cercare di metterlo a fuoco è come osservare la costellazione delle sette sorelle, le Pleiadi: riesce meglio se uno non la fissa direttamente. Questo ha cercato di fare Anagoor con la complicità di Laura Curino: narrare Giorgione attraverso gli occhi di chi lo frequenta fin dall’infanzia e lo rivela per storie concentriche all’ospite stupefatto. In questa sorta di lezione d’arte, poetica, sono raccontati l’artista, il suo tempo, il respiro delle opere, il clima che le pervade. “Rivelazione” è la condivisione sincera di una ricerca. Uno spettacolo che è divenuto nel tempo il manifesto della compagnia di Castelfranco Veneto.

“Volgiamo lo sguardo verso questa ideale costellazione. Per ciascun astro una meditazione. Silenzio, natura umana, desiderio, giustizia, battaglia, diluvio e tempo sono i temi che nutrono le sette contemplazioni di altrettante opere di Giorgione: la Pala, i Ritratti, la Venere Dormiente, la Giuditta, i Tre Filosofi, la Tempesta, il Fregio”.

http://www.teatrodiroma.net/doc/4377/rivelazione

14 e 15 febbraioIo, Claude Monet

orario spettacoli :16.30/18.30/20.30/21,15
IO, CLAUDE MONET
Solo il
14-15 FEBBRAIO 2017
AL CINEMA
Euforia creativa e depressione, ossessione per le ninfee e ricerca continua della bellezza.
Un viaggio intimo nella vita dell’artista impressionista più amato e nei luoghi che lo hanno ispirato, attraverso decine di opere riprese in alta definizione e le lettere agli amici più cari

Tremila lettere di Claude Monet.
È a partire da questo immenso patrimonio che si snoda Io, Claude Monet, il nuovo docu-film di Phil Grabsky che arriva al cinema solo il 14 e 15 febbraio nell’ambito della stagione della Grande Arte al Cinema di Nexo Digital.

Multisala Barberini

Piazza Barberini 24,25,26, 00187 Roma

Il 16 febbraio si ricomincia a correre. Ex Dogana, VEGA e Ultra Cinema sono lieti di presentare il party inaugurale in occasione dell’uscita in sala di T2 Trainspotting, il sequel del film di Danny Boyle che ha segnato una generazione. Si ringrazia Warner Bros. Italy. e Sony Pictures per il supporto organizzativo e la collaborazione.

Per l’occasione, la consolle sarà impreziosita dalla presenza di un elemento portante della soundtrack che caratterizzò il primo film,

MAIN STAGE
Darren Emerson from Underworld.
Ad accompagnarlo: Mokai & Discount from Any Given Monday – AGM e Daniele Ginger from Borghetta Stile.

COCKTAIL BAR
Subbacultcha Alternative Club con DJ 51 e Dj Tony De Lestat.

Non bastasse, proiezione speciale di Trainspotting, uno speciale allestimento a tema, contenuti extra, ospiti speciali.

Ingresso in lista: 10€. Per l’ingresso in lista scrivere a info@exdogana.com

Ex Dogana
Via dello Scalo San Lorenzo, 10

The Dandy Warhols è un gruppo alternative rock formato a Portland in Oregon. La band era in origine composta da Courtney Taylor-Taylor (all’anagrafe Courtney Taylor, voce e chitarra), Zia McCabe (tastiere), Peter Holmström (chitarra) e Eric Hedford (batteria); Hedford lasciò nel 1998 e fu sostituito dal cugino di Taylor-Taylor, Brent De Boer. Il nome del gruppo gioca sul nome dell’artista pop Andy Warhol.

MONK Roma

Via Giuseppe Mirri 35, 00159 Roma

18 febbraioPresentazione Associazione Stefano Cucchi – Onlus

Presentazione ufficiale dell’Associazione Stefano Cucchi – Onlus.
Interverranno all’iniziativa:
– Ilaria Cucchi, sorella di Stefano
– Rita Calore e Giovanni Cucchi, genitori di Stefano
– Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi
– Lucia Annunziata, scrittrice, giornalista e presentatrice televisiva
– Riccardo Iacona, giornalista e conduttore di Presa Diretta
– Enrico Zucca, magistrato e pubblico ministero nel processo per i fatti della scuola Diaz
– Stefano Anastasia, tra i fondatori dell’associazione Antigone, ricopre dal giugno 2016 la carica di garante dei detenuti della regione Lazio.

Dalle ore 16 sarà già possibile tesserarsi all’associazione e visitare le mostre tematiche che saranno allestite in sala.

Ore 17 proiezione documentario 148 Stefano – mostri dell’inerzia (regia di Maurizio Cartolano).

Ore 18:30 dibattito e presentazione dell’associazione

A seguire verrà presentato il logo dell’Associazione, scelto tra le proposte che sono pervenute e il disegnatore verrà premiato da una delegazione della giuria di fumettisti: Zerocalcare, Makkox, Toni Bruno e dall’avvocato Fabio Anselmo.

Dopo il dibattito, Elio Germano leggerà l’ultima lettera scritta da Stefano a suo padre.
E poi ci accompagnerà per tutta la serata la musica di
Mannarino, Marco Conidi e Andrea Rivera.

All’evento parteciperanno tutti i fondatori dell’associazione: Ilaria Cucchi, Fabio Anselmo, Giovanni Cucchi, Rita Calore, Rossana Noris, Davide Lubrano, Irene Testa, Giulia Bosetti, Angela Gennaro, Laura Renzi.

L’evento ospiterà la mostra “Butterfly/Chapter 4” di Scott Typaldos,
vincitore Il Reportage Photojournalism Award 2016

Redazione

Hai un evento o iniziativa da segnalarci a Roma e dintorni? Scrivici a virgoletteblog@gmail.com oppure clicca qui –

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini - Sito web realizzato da Riccardo Spadaro - Tema Wordpress: Kleo

Log in with your credentials

Forgot your details?