Berdini si dimette: “Pensano solo allo stadio”. Raggi: “Noi andiamo avanti”

Alla fine della settimana lavorativa probabilmente più difficile della sua vita, Paolo Berdini lascia. E la giunta Raggi perde un altro pezzo, l’ennesimo. Si è dimesso in modo “irrevocabile” dall’incarico di assessore all’Urbanistica di Roma. A comunicarlo è stato lo stesso Berdini in una nota. «Era mia intenzione servire la città mettendo a disposizione competenze e idee. Prendo atto che sono venute a mancare le condizioni per poter proseguire il mio lavoro», dice Berdini in un comunicato. «Mentre le periferie sprofondano in un degrado senza fine e aumenta l’emergenza abitativa, l’unica preoccupazione sembra essere lo Stadio della Roma – continua l’assessore -. Dovevamo riportare la città nella piena legalità e trasparenza delle decisioni urbanistiche, invece si continua sulla strada dell’urbanistica contrattata, che come è noto, ha provocato immensi danni a Roma».

L’assessore all’Urbanistica era finito nella bufera dopo alcune dichiarazioni sulla sindaca di Roma Virginia Raggi rilasciate al giornalista de La Stampa, Federico Capurso. Un colloquio che ha provocato un vero terremoto nella giunta capitolina. A Federico Capurso aveva detto: «E’ stato fatto un errore dopo l’altro». Prima con la nomina di Raffaele Marra, poi la polizza di Romeo. Ma il vero problema per il professore “anarchico” di Roma, era da ricercare nella sindaca Raggi: «Su certe scelte sembra inadeguata al ruolo che ricopre».

Le reazioni alle dimissioni  

Immediata la replica della sindaca di Roma: «Adesso basta: abbiamo anche sorvolato sui pettegolezzi da bar – commenta Virginia Raggi -, ora prendiamo atto che l’assessore preferisce continuare a fare polemiche piuttosto che lavorare. Noi andiamo avanti». Raggi perde per strada un altro pezzo importante, ennesimo colpo di scena in otto mesi, mentre impazza lo scontro tra M5S con Beppe Grillo in testa e i media. Stavolta sulle chat tra l’ex capo del Personale Raffaele Marra, la sindaca e il possibile candidato premier di M5S Luigi Di Maio.

L’uscita di scena di Berdini arriva nel giorno in cui la nuova riunione sullo stadio sancisce un’accelerazione verso la costruzione dell’impianto. Il vicesindaco Luca Bergamo ringrazia «la Roma per aver risposto alle sollecitazioni dell’amministrazione», «presentandoci oggi una revisione del progetto che ha dei caratteri fortemente innovativi». «Se rispetteremo i tempi del 3 marzo? È ovvio», aggiunge. È la scadenza per non azzerare l’iter del progetto. All’incontro anche la presidente M5S della Commissione Urbanistica Donatella Iorio, che alcune voci danno possibile sostituta di Berdini.

fonte: LASTAMPA.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?