Angela Merkel: nuovo progetto Europeo per contrastare “gli inaffidabili” Trump e May

L’Europa deve prendere nelle proprie mani il suo futuro perché con gli Usa e il Regno Unito “sono finiti i tempi in cui ci potevamo fidare gli uni degli altri”. L’avvertimento è del cancelliere tedesco Angela Merkel.

“Me ne sono accorta negli ultimi giorni”, ha detto Merkel nel corso di un comizio elettorale a Monaco di Baviera. E se resta la necessità di mantenere buoni rapporti con Londra e Washington, ha aggiunto, è con Parigi che bisogna coltivare una relazione speciale.

Le parole di Merkel pesano particolarmente perché pronunciate all’indomani del vertice del G7 a Taormina. Un vertice, semmai, “di sei contro uno” in cui le discussioni sono state molto difficili, per non dire insoddisfacenti”.

Proprio oggi, la Frankfurter Allgemeine Zeitung ha riferito di un “piano ambizioso” della Cancelliera per avere un’Unione europea politicamente ed economicamente più forte e indipendente. Un piano basato su tre pilastri: la questione dei profughi, con la conseguente stabilizzazione della Libia; una politica di difesa comune più indipendente, con il via libera al ministro della Difesa Ursula von der Leyen di sostenere una maggiore cooperazione tra gli eserciti europei; e infine il futuro dell’Unione economica e monetaria.

“Noi europei dobbiamo veramente prendere il nostro destino nelle nostre mani – ha aggiunto – dobbiamo lottare per il nostro destino”. Ieri, al termine del G7, Merkel ha definito “molto difficili, per non dire insoddisfacenti” i risultati dei colloqui tenuti da “sei contro uno”, ossia il presidente americano Donald Trump.

Suspense sul clima: Donald Trump ufficialmente ha preso tempo fino alla prossima settimana per la “decisione finale” sull’accordo di Parigi sul clima. Ma secondo il sito Usa Axios il presidente in privato ha detto a molte personalità, compreso l’amministratore dell’Agenzia federale sull’ambiente (EPA), Scott Pruitt, che lascerà l’accordo. Si tratterebbe della conferma di quanto detto in campagna elettorale sull’abbandono delle politiche ambientaliste del suo predecessore Obama. Secondo Axios però alcune figure nell’amministrazione piu’ sensibili ai temi ambiental,  tra cui anche la figlia Ivanka e il genero Jared Kushner suggerirebbero al presidente di modificare alcuni parametri, ma di non lasciare l’intesa sul clima raggiunta a livello internazionale nella capitale francese.

fonte: rainews.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?