Grecia, raggiunto l’accordo nell’Eurogruppo: via libera a una nuova tranche di aiuti

I ministri dell’Eurogruppo hanno dato all’unanimità il loro via libera al versamento di una nuova tranche di aiuti da 8,5 miliardi di euro. È quanto si apprende alla fine della riunione dei 19, in gran parte dedicata alla questione greca.

«L’accordo riguarda tutti gli elementi del programma di sostegno alla Grecia: condizionalità, debito e partecipazione Fmi» ha specificato il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijssebloem

Il commissario agli Affari economici e finanziari, Pierre Moscovici, ha commentato sostenendo che l’accordo «è più che meritato e permette alla Grecia di girare pagina, come è nell’interesse generale che succeda».

«La prima condizione era compiere le azioni prioritarie – ha ricordato: si tratta di 140 azioni, in settori delicati come quello delle pensioni e del mercato del lavoro: sottolineo il coraggio del governo greco e del ministro Tsakalotos».

Entro le prossime 24 ore il Fondo monetario internazionale dovrà prepararsi a una partecipazione al piano di aiuti internazionali per la Grecia con un accordo di principio che varrà fino a 2 miliardi di dollari. Lo ha annunciato al termine dell’Eurogruppo la stessa leader del Fmi Christine Lagarde. «Lo proporrò entro 24 ore perché sia disponibile entro il 27 luglio», ha spiegato. Fino a oggi, il Fondo non aveva partecipato al terzo programma di aiuti (mentre lo aveva fatto ai primi due) perché voleva chiarimenti sulla sostenibilità del debito greco a fine programma.

L’accordo che ha permesso il «ritorno a bordo» del Fondo monetario internazionale nel terzo programma di aiuti alla Grecia è stato possibile grazie «al forte accento posto sulla crescita e al fatto che la Grecia ha rispettato i suoi impegni e ha completato il lavoro sulle azioni prioritarie» ha precisato il direttore del Fondo monetario sottolineando che «non è la migliore soluzione, ma non è una cattiva soluzione anche se sulla sostenibilità del debito dovremo ancora lavorare». Infatti, ha detto «non ci sono ancora sufficienti dettagli in particolare sull’entità dell’alleggerimento del debito, anche a causa di parametri e previsioni diverse: aspettiamo che sia meglio definito».

fonte: LASTAMPA.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini - Sito web realizzato da Riccardo Spadaro - Tema Wordpress: Kleo

Log in with your credentials

Forgot your details?