Kibbeh

Il kibbeh è un piatto della cucina mediorientale, che va consumato caldo. Si tratta di polpette ripiene di carne di agnello o manzo, fritte nell’olio.
Può essere anche consumato crudo: la carne va tritata molto finemente, battuta e amalgamata con il bulgur e le spezie.
L’altra componente fodamentale di questo piatto è il bulgur, grano duro precotto, macinato e spezzato.

E’ un piatto piuttosto facile e veloce da fare. Ecco la ricetta.

Ingredienti per 4 persone

400 g di carne di agnello o manzo
200 g bulgur
400 ml acqua
2 cipolle bianche medie
foglie di menta fresca
1 cucchiaio di semi di cumino pestati
30 g di pinoli tritati
olio evo, sale e pepe qb
olio di semi di arachidi (facoltativo, se si vuole friggere le polpette)

Metti il bulgur in una scodella, fai bollire 400 ml di acqua non salata, e versala sulbulgur. Copri con un coperchio e lascia da parte per venti minuti circa. Alla fine l’acqua deve venir assorbita completamente, altrimenti il bulgur va strizzato.

Taglia a metà ciascuna delle due cipolle e mettile per qualche minuto in poca acqua fredda. Questo serve a piangere un pochino di meno quando le tagli. Scolale, puliscile e tritale finemente.

In una tegame, metti l’olio e metà della cipolla tritata, dopo circa due minuti aggiungi 100 g di carne e lascia cuocere per altri due minuti. Aggiungi i pinoli e il cumino. L’olio si deve asciugare bene perchè il ripieno non deve “bagnare” le polpette. Spegni e fai raffreddare. Questo sarà il ripieno.

Controlla il bulgur, che deve essere asciutto. Aggiungi la menta tritata, i 300 g di carne rimasti, sale e pepe a piacere e la parte restante delle cipolle tritate.

Lavora bene il composto con le mani perchè deve risultare bello compatto.
Con un cucchiaio prelevane ora una parte, lavoralo con le mani fino a farne una polpetta un po’ più grande di un supplì. Schiaccia al centro formando un incavo, riempilo con un po’ di ripieno e chiudilo con un altro po’ di composto.

Dai alla polpetta la forma desiderata. Quella tradizionale è ovale, tipo palla da football.

Alla fine, nella ricetta originale, le polpette vanno fritte in olio di arachidi bollente per qualche minuto. Io le ho fatte cuocere in forno ventilato a 180 ° per 20 minuti. Negli ultimi 5 ho acceso il grill, anche di più se ti piacciono dorate.

Ho accompagnato il kibbeh con il fattoush, che è un’insalata condita con cetrioli, pomodori e cipolla rossa di Tropea, tagliati tutti a pezzettini. Al cetriolo e al pomodoro vanno tolti i semini interni. Devono essere belli asciutti. Si aggiunge poi menta fresca, prezzemolo e aglio fresco tritati.
Solo all’ultimo si aggiungono pezzettini di pane tostato, bagnati con un po’ di acqua acidulata con il succo di limone. Si condisce con sale e olio a piacere. Andrebbe aggiunta anche una spezia chiamata sommacco ma non molto facile da reperire. Io ho usato pepe macinato fresco.

Bon appétit !

Francesca Cipriani

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?