Con il cielo d’agosto, città mia non ti conosco!

Siamo arrivati all’ultima puntata delle Cronache Darwiniane prima della pausa estiva e, come di consueto, ci salutiamo con la panoramica dei cieli d’agosto. Non solo perché questo è il mese delle meteore, ma anche perché lontano dalle città è molto più facile osservare il cielo.
Per chi di voi approfitta delle ferie per allontanarsi dalle metropoli e dai loro cieli inquinati, snoccioliamo tutti gli appuntamenti di agosto.

Anche se starete tutti pensando alla notte di San Lorenzo e alle sue Perseidi, in questo 2017, è proprio agosto il mese in cui si verifica l’evento astronomico dell’anno: un’eclissi totale di Sole.
Uno degli eventi astronomici in assoluto più spettacolari che si possa immaginare, che ha destato paura e fascino nell’uomo dall’alba dei tempi. Per una trattazione del fenomeno delle eclissi vi rimando alla puntata di un paio d’anni fa, quando abbiamo parlato brevemente della storia di questo tipo di osservazioni.

Purtroppo, però, stavolta non sarà visibile dal nostro paese. Il prossimo 21 agosto, infatti, l’eclissi totale di Sole delizierà gli occhi degli astrofili che si troveranno nelle zone nord-orientali del Pacifico, nel nord e centro America e nelle zone più occidentali d’Europa e dell’Africa. Per assistere all’evento si organizzano brevi tour attraverso le località considerate migliori per osservare il fenomeno.
Il countdown è già partito.

Si può tentare l’osservazione dell’eclissi parziale di Luna la sera del 7 agosto che sarà ben visibile visibile in Asia, India, Oceano Indiano, Australia e tutta la parte orientale dell’Africa. In gran parte dell’Italia il nostro satellite sorgerà proprio in concomitanza della fase di massimo, il cielo a quell’ora è ancora chiaro e la Luna è molto bassa sull’orizzonte. Non sarà, quindi, facile scorgere l’ombra della Terra sul disco lunare ma tentar non nuoce.

Il percorso dell’ombra delle Luna attraverso gli Stati Uniti. La totalità sarà osservabile solo lungo la stretta fascia che attraversa in diagonale gli USA dall’Oregon (Nord-Ovest) alla Carolina del Sud (Sud-Est). Immagine e info dal sito dell’UAI, Unione Astrofili Italiani.

I molti di noi che non avranno modo di seguire l’eclissi potranno sempre godersi lo sciame meteorico originato dai detriti lasciati dalla cometa Swift-Tuttle, meglio noto come passaggio delle Perseidi. Il grande classico d’agosto, quest’anno, vedrà il picco di massimo attività intorno al 12 del mese. La Luna sarà piena il 7 del mese e interferirà solo parzialmente con l’osservazione: il disturbo lunare sarà presente solo dall’una di notte in poi, quando l’astro inizierà a salire sull’orizzonte oltre i 20 gradi. In ogni caso, lo sciame delle Perseidi è già attivo e lo sarà fino verso la fine di agosto.

Non sono, però, le uniche meteore del mese. Proprio in questi giorni assistiamo al picco del passaggio delle Alfa Capricornidi, uno sciame nato dalla cometa 169P/NEAT, così chiamate perché sembrano originate dalla costellazione del Capricorno, a pochi gradi a nord-est della stella omonima. Sono ben osservabili dopo mezzanotte e, in genere, si prestano ad essere fotografate perché sembrano lente e sono abbastanza brillanti.

Stanotte, dopo mezzanotte, le velocissime meteore alfa Arietidi raggiungeranno il massimo della visibilità.

Il plenilunio disturberà l’osservazione dalle delta Aquaridi (max 9 agosto) e delle Aquilidi (max 10/11 agosto) durante i loro picchi. Sarà comunque possibile osservarle durante tutto agosto, quando la Luna non sarà piena, guardando verso la regione dell’Aquario.

Verso la fine del mese, con picco fra il 19 e il 20 agosto, si può dedicare l’intera notte ad ammirare l’attività del radiante delle kappa Cignidi, luminose meteore visibili tra le costellazioni del Cigno e del Dragone.

Un video a cura dell’INAF ci riassume tutto ciò che i cieli ci offrono in questi giorni estivi.

Per un sommario dedicato è consigliabile consultare le pagine dell’UAI, l’Unione Astrofili Italiani, dove troverete carte del cielo e consigli per le osservazioni.

A tal proposito vi ricordo che,  come ogni anno, gli appassionati delle stelle possono contare sull’appuntamento estivo delle Notti delle stelle – Calici di stelle promosso dall’UAI. Le associazioni astrofile, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino, proporranno delle serate dedicate all’osservazione delle Perseidi in unione alla manifestazione enogastronomica ideata dal Movimento turismo del vino.

Tutti gli eventi sono visibili qui.

Vi saluto e vi do appuntamento al 24 agosto!

Non c’è un mese in tutto l’anno in cui la natura si adorni di più bella veste come nel mese di Agosto (Charles Dickens)

Serena Piccardi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2017 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?