MONTI SICURO: “DESTRA E SINISTRA HANNO PARALIZZATO L’ITALIA. AUTOCRITICA? NON SCHERZIAMO”

monti bersani alfano casiniIl Professore a margine dell’intervento nel corso della presentazione delle liste: “Fare autocritica? Non scherziamo”.


C’era grande attesa per l’intervento di Mario Monti nella giornata della presentazione delle liste centriste per le imminenti elezioni politiche del 2013. Ed il professore non ha deluso le attese, non limitandosi a considerazioni nel merito delle scelte delle candidature, ma facendo anche il punto sulla situazione politica e non risparmiando stoccate ai suoi avversari. In particolare, dopo le indiscrezioni sul presunto vertice con Bersani e le aperture “condizionate” di Vendola, c’era grande curiosità sull’approccio del Professore al tema del post elezioni.

Se analisti e commentatori continuano a dirsi certi della convergenza fra il centrosinistra ed i centristi anche a prescindere dal risultato elettorale (e dunque dal raggiungimento o meno dell’autosufficienza sia al Senato che alla Camera), per il momento la realtà sembra completamente diversa. Da una parte Vendola che continua a richiamare i suoi compagni di viaggio al rispetto degli impegni presi nella carta di intenti, in particolare sulla spinosa questione della patrimoniale (per quanto attiene alla tassazione delle rendite). Dall’altra Monti che, riferendosi all’apertura condizionata del Governatore della Puglia, ribadisce con decisione: “Vendola ha dichiarato, dopo una serata molto drammatica sull’emergenza Ilva, “in fondo potremmo anche collaborare con Monti e i suoi purchè faccia autocritica”. Ma non scherziamo“.

Un passaggio rafforzato dal richiamo ai vincoli ed agli impegni presi e della constatazione della distanza fra moderati ed “estremisti” (che il professore continua a bollare come “conservatori”). Poi un passaggio eloquente sulle riforme necessarie e su quelle fatte in passato: “Nel concorso di volontà di sinistra e destra la Costituzione è stata riformata sicuramente a fin di bene e in buona fede. Ne sono assolutamente convinto, ma con il risultato di paralizzare la capacità dell’Italia di essere competitiva con infrastrutture adeguate, rispettose dell’ambiente e con una politica energetica moderna“.

da fanpage.it

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2020 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?