Norman Greenbaum // Spirit in the Sky (2001)

Fanno parte della storia della musica sia quelli che hanno successo, sia quelli che il successo non lo raggiungono, ma ispirano con il loro lavoro gli altri artisti. Poi ci sono quelli che nella storia ci finiscono per aver raggiunto il successo con una sola canzone, magari un successo veramente travolgente, che però non riescono più a riprodurre, venendo ricordati sempre come: one – hit wonder.

Ben tornati all’ascolto di una nuova puntata della rubrica di storia della musica, La Musica del Venerdì.

L’artista di cui vi sto per parlare, nasce nella tranquilla provincia del Massachusetts, dove viene cresciuto da una famiglia di Ebrei ortodossi e frequenta una scuola ebraica, prima di trasferirsi a Los Angeles, verso la metà degli anni sessanta. Nel ’69, compone il brano Spirit in the Sky, dove con un arrangiamento molto semplice, costituito dal suono della chitarra elettrica, della batteria e del battito delle mani, propone una motivo accattivante, con un tema decisamente cattolico, sopratutto per il riferimento alla figura di Gesù, malgrado il Nostro sia a tutti gli effetti un ebreo praticante.

Quando muoio e mi sdraiano perchè possa giacere
andrò in quel luogo che è il migliore
quando mi sdraio per morire
sto andando dallo spirito nel cielo

sai che è obbligatorio prepararsi
devi vedere in Gesù un tuo amico
così sai che quando muori
ti raccomanderà
allo spirito nel cielo

Con questa canzone vendette tra il ’69 e il ’70 più di due milioni di dischi, ma con suo grande cruccio, in seguito non riuscì più a scrivere altre canzoni di successo, pur diventando, presumibilmente, adeguatamente ricco.

Se volete vederlo giovane, baffuto e assorto, mentre suona la chitarra..

foto NB1

se volete vederlo bucolico, con una gallina in braccio..

foto NB2

infine se volete vederlo sulla copertina del suo successo..

foto NB3

 

Signore e Signori,

con il brano “Spirit in the Sky”

 

Ecco a Voi

Mister Norman Greenbaum

Buon ascolto e buon venerdì

 

Fabrizio Savelli

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?