Mississippi John Hurt / Uno dei figli di Avalon

Ben tornati all’ascolto di una nuova puntata della rubrica di storia della musica, La Musica del Venerdì.

Quando Tom Hoskins, dopo aver ascoltato dei vecchi dischi degli anni ’20, decise di conoscere colui a cui apparteneva la voce che aveva sentito, era il 1963 e l’unica indicazione geografica in suo possesso era il nome “Avalon”. Non potendo trattarsi della leggendaria Isola di Re Artù, scoprì che si trattava di una località rurale dello Stato del Mississipi.

foto JH1

Chi cantava in quei dischi era un giovanotto di colore, nato in una famiglia numerosa nell’estate del 1893, che a nove anni aveva imparato a suonare la chitarra e si esercitava davanti ad amici e parenti. La sua prima occupazione fu quella di bracciante. Solo nel 1923 iniziò ad esibirsi professionalmente, suonando blues, bluegrass e folk . Nel 1928 venne chiamato a registrare un album dalla Okeh Records. La Grande Depressione, però, era in agguato e la casa discografica fallì. Il nostro tornò a lavorare nei campi e venne dimenticato.

Quando Hoskins lo incontrò era un signore di settant’anni, ma ancora attivo e capace di suonare la chitarra. Così il Nostro ebbe una nuova giovinezza, andò al Newport Folk Festival del 1964, si fece conoscere in televisione e registrò tre nuovi album con la Vanguard Records.

Se volete vederlo, in tenuta da viaggio con chitarra..

foto JH2

se volete vederlo al Folk Festival di Newport del 1965..

foto JH3

infine se volete vederlo durante una esibizione casalinga, con accanto la moglie..

foto JH4

 

Con il brano” Monday Morning Blues”, il blues del lunedì mattina….

Con il brano “Lonesome Valley” durante una esibizione televisiva del 1965

Infine con  il brano “Avalon Blues”, contenuto nel disco del 1928 ascoltato da Hoskins

 

Signore e Signori,

ecco a Voi

il grande Mississippi John Hurt

Buon ascolto e buon venerdì

 

Fabrizio Savelli

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato e realizzato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?