fbpx

Kula Shaker / A spasso tra misticismo indù e sonorità psichedeliche

Ben tornati all’ascolto di una nuova puntata della rubrica di storia di musica, La Musica del Venerdì.

Quando nel 1993 Crispian Mills, decise di fare un viaggio in India, aveva già alle spalle una gavetta musicale spesa nei locali della periferia londinese. In oriente rimase folgorato, come i Beatles prima di Lui, dalla cultura e della filosofia indiana e quando tornò, portò con se molte cose, compreso un  Sitar.

foto KS1

Fu così che chiamò l’amico Alonza Bevan, con il quale aveva già collaborato e fondò una nuova band.

Al primo disco “K” del 1996, con il loro rock – pop anni ’60 e ’70, mischiato al misticismo indù e alle sonorità psichedeliche, sfondarono, vendendo più di due milioni di dischi.

Non sono una band molto prolifica, pensate che in venti anni hanno pubblicato sei album, l’ultimo uscito con il titolo K 2.0 la settimana scorsa.

Se volete vederli giovani e sfrontati con Mills in testa..

foto KS2se invece volete vederli più recenti ma comunque affiatati..

foto KS3infine se volete vederli durante le riprese del loro ultimo video..

foto KS4

 

Con il brano famoso “Tattva”

Con il trascinante “Hey Dude”

Con la bella “Peter Pan R.I.P”

Infine con il primo singolo del nuovo album “Infinite sun”

 

Signore e Signori

Ecco a voi

Kula Shaker

Buon ascolto e buon Venerdì

 

Fabrizio Savelli

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2020 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?