Canada, l’incendio in Alberta è inarrestabile: 90mila sfollati. Minacciata provincia vicina

Non si ferma l’avanzata dell’immenso incendio che in Canada sta devastando la provincia di Alberta, in particolare l’area di Fort McMurray, dove quasi 90mila persone hanno dovuto lasciare le loro case, ed ora minaccia anche la vicina provincia di Saskatchewan. “La situazione rimane pericolosa ed imprevedibile”, ha detto il ministro della Sicurezza Pubblica, Ralph Goodale, facendo riferimento all’estrema siccità ed al forte vento che hanno favorito in questi giorni lo svilupparsi delle fiamme che ora coprono una superficie di 1560 chilometri quadrati.

Le previsioni del tempo parlano di una possibilità di piogge tra oggi e domani, ma le autorità avvisano che sarebbe necessario un periodo prolungato di piogge per spegnere l’incendio iniziato una settimana fa.

Fort McMurray si trova nel centro della regione dove viene estratto il petrolio dalla sabbie bituminose, che rappresenta la terza maggiore riserva petrolifera del mondo.

L’incendio sta provocando lo stop di un quarto della produzione petrolifera, rischiando quindi avere un ulteriore effetto negativo sull’economia canadesi.

I responsabili delle installazioni petrolifere hanno comunque sottolineato che il rischio che il fuoco possa raggiungerle è molto basso. “Sono siti protetti, in gran parte perché non hanno vegetazione intorno, e poi perché vi sono dei dipartimenti di vigili del fuoco altamente specializzati nella risposta a questi incidenti”, ha dichiarato Chad Morrison, capo dell’ufficio per la prevenzione degli incendi spontanei della provincia di Alberta.

fonte: adnkronos.com

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?