L’amore molesto – Elena Ferrante

Amalia e Delia. Una madre e una figlia, un legame ancestrale che le unisce, la vita che le divide.
Amalia leggera, esuberante, affascinante, nonostante la violenza di un ex marito che per anni ne ha mortificato la femminilità.
Delia sobria, contenuta, volutamente inconsapevole della propria bellezza.
Forse non sono mai state davvero vicine, di sicuro non sono state complici.
Troppe verità taciute, qualche fantasia mal raccontata, sono spettri che gravano su di loro impedendo l’amore più sincero, quello autentico.
Forse si cercano, ma senza incontrarsi mai davvero.
Mai si raccontano l’unica verità che dovrebbe unirle profondamente, loro due, vittime di passioni folli, desiderate ardentemente, amate di un amore malato.
E così si perdono, si equivocano. A tratti Delia detesta sua madre, credendosi irrimediabilmente lontana, diversa, inconciliabile.
Senza capire che sono parte della stessa storia, pagine dello stesso libro.
È un racconto al contrario quello che ci regala Elena Ferrante, una grande lezione di vita.

Francesca Nanni

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato e realizzato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?