Stati Uniti, sparatoria a Baton Rouge: 3 poliziotti uccisi, almeno 8 i feriti

Tre poliziotti sono stati uccisi nel corso di una sparatoria a Baton Rouge, in Louisiana, una delle città coinvolte dalle proteste contro la polizia negli scorsi giorni. In totale i poliziotti colpiti sarebbero almeno 8. Il sindaco della città ha parlato di una vera e propria imboscata, che avrebbe avuto luogo a meno di un miglio dalla sede della polizia. Secondo indiscrezioni, l’uomo che ha aperto il fuoco con un fucile d’assalto contro la polizia a Baton Rouge è stato ucciso. La polizia sta cercando altri due assalitori ancora in circolazione. Sul posto c’è anche un robot-bomba come quello utilizzato per uccidere il killer di 5 poliziotti a Dallas.

Obama, dopo essere stato informato di quanto accaduto, ha commentato: «Non c’è giustificazione per la violenza contro le forze dell’ordine». E ancora: «Condanno l’attacco alle forze dell’ordine di Baton Rouge. Per la seconda volta in due settimane, agenti che stavano facendo il loro lavoro sono stati uccisi in un attacco codardo e riprovevole» questi attacchi «devono finire».

«Ho offerto tutto il mio appoggio, tutto l’appoggio del governo federale. Giustizia sarà fatta. Non sappiamo ancora il motivo dietro questo attacco, ma voglio essere chiaro: non c’è giustificazione per la violenza contro le forze dell’ordine. Nessuna. Questi attacchi sono il lavoro di codardi che non rappresentano nessuno».

Intanto la polizia è in stato di allerta in tutto il Paese.

L’aggressore era vestito di nero e aveva il volto coperto. Lo hanno raccontato dei testimoni, citati dai media locali, che hanno detto di aver sentito tra i 10 e i 12 colpi di fucile attorno alle 8.30 del mattino (ora locale).

L’attacco alla polizia a Baton Rouge è «un attacco ingiustificato a tutti noi, in un momento in cui abbiamo bisogno di unità e guarigione. Siate certi, ogni risorsa disponibile allo Stato della Louisiana sarà usata per garantire che i responsabili siano velocemente portati davanti alla giustizia». Lo ha dichiarato su Facebook il governatore dello Stato, il democratico John Bel Edwards.

La città, il 5 luglio scorso, è stata teatro dell’uccisione di un afroamericano da parte di agenti, il 37enne Alton Sterling. Il fatto, assieme all’uccisione di un altro afroamericano in Minnesota, è stato uno degli eventi che hanno riacceso le proteste nel Paese contro gli abusi e il razzismo della polizia. Pochi giorni dopo, il 7 luglio durante un corteo a Dallas un cecchino ha ucciso a colpi d’arma da fuoco cinque poliziotti.

Trump: “Non c’è leadership”

Il candidato alla Casa Bianca Donald Trump non perde l’occasione per sferrare un colpo alla presidenza democratica scrivendo sui social: «Siamo in lutto per gli agenti uccisi a Baton Rouge. Quanti ne dovranno morire per mancanza di leadership? Chiediamo ordine».

fonte: LASTAMPA.it

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2020 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?