Ok alla manovra, chiude Equitalia. Crescono i fondi per la sanità. Renzi: “Italia meglio di prima”

Il Consiglio dei ministri ha approvato questo pomeriggio la legge di stabilità, la cosiddetta manovra, che ha un valore complessivo di 26,5 miliardi di euro.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha presentato le misure in una conferenza stampa a Palazzo Chigi. Al momento non sono ancora disponibili le tabelle e il testo della manovra.

«L’Italia non va ancora bene, ma va meglio di prima. Non siamo contenti, abbiamo fame di risultati significativi ma l’Italia va meglio», ha detto il premier. «La filosofia della stabilità 2017 è merito e bisogno, tenere insieme competitività ed equità, dare una chance a chi ci prova e una mano a chi non ce la fa», ha aggiunto Renzi.

Oltre alla legge di bilancio il governo ha approvato «un decreto che interviene sui fondi 2016, il famoso fondo della presidenza e interviene sull’obiettivo del governo di chiudere la parentesi di Equitalia aprendo un capitolo nuovo».

LE MISURE  

Gli investimenti pubblici aumenteranno di 12 miliardi in 3 anni, di 2 miliardi nel 2017, 4 nel 2018 e 6 nel 2019, secondo la manovra. Nel decreto che accompagna la manovra c’è anche un miliardo di euro per un fondo di garanzia per le piccole e medie imprese. Gli interventi per l’agricoltura garantiranno la cancellazione dell’Irpef agricola per circa 400mila agricoltori.

Cresce la spesa per il fondo sanitario, a 131 miliardi di euro. Per le pensioni ci saranno fondi per 7 miliardi nel triennio.

A SCUOLA  

Nella manovra c’è un miliardo in più su scuola e università, non solo per i decreti legislativi per la buona scuola, ma anche per un «intervento per le scuole non statali, per le materne paritarie» e per quelle che «hanno insegnanti di sostegno e che hanno numero di disabili rilevante». Il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha anche annunciato borse di studio per gli studenti meritevoli e sconti fiscali per chi assume i neodiplomati.

CHIUDE EQUITALIA

Renzi ha annunciato la chiusura dell’Agenzia Equitalia. «Le multe si pagano, ma non ci può essere un meccanismo vessatorio», ha detto. La chiusura di Equitalia garantirà «4 miliardi» al bilancio dello Stato. I compiti di Equitalia entrerà nell’attività dell’Agenzia delle Entrate. La manovra 2017 potrà contare anche su 2 miliardi in arrivo dalla voluntary disclosure.

MENO TASSE

Il Governo ha previsto una nuova tassazione ridotta per le piccole imprese: «Questa Iri è un’opportunità per i piccoli che sono soggetti oggi a tassazione Irpef. Se sei piccolo con l’Iri puoi pagare il 24% esattamente come l’Ires. È molto importante», ha detto Renzi. Tra le altre misure, il governo ha annunciato la riduzione da 100 a 90 euro del canone Rai.

I MIGRANTI

L’impegno finanziario per l’accoglienza migranti «vale lo 0,2% e sarà fuori dal Patto», ha ricordato Renzi, e dal 2016 «i sindaci che al 15 ottobre accolgono sul territorio i migranti avranno riconosciuto un contributo specifico di 500 euro una tantum a migrante, che permetterà di dimostrare che lo Stato gli è riconoscente».

LE TABELLE

Il rapporto deficit/Pil si attesterà nel 2017 al 2,3%. Il dato, che sarà inserito nel Documento programmatico di Bilancio (Draft Budgetary Plan), è rivisto al rialzo rispetto al 2% della Nota al Def. La crescita del Pil rimane all’1%.

«I nostri dati dicono che la crescita sarà all’1,1, 1,2, noi lasciamo l’1 in modo molto signorile per evitare polemiche dando per scontato che con il deficit al 2,3 è probabile che la crescita sarà più corposa», ha ribadito Renzi.

I COMMENTI

«Molto felice della stabilità 2017. Un grande lavoro di squadra per l’Italia. #passodopopasso», ha commentato il ministro Maria Elena Boschi. Decisamente negativo il commento di Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia: «Renzi distribuisce a destra e a manca soldi che non ha». Stefano Fassina (Sinistra Italiana) ha commentato ironicamente: «Ci sono miliardi per tutti, Babbo Natale è arrivato in anticipo».

Molto critici i sindacati della Pubblica amministrazione: «Basta prendere in giro i lavoratori pubblici. Nella legge di stabilità le risorse per i rinnovi sono del tutto insufficienti. Daremo battaglia per un contratto vero e innovativo», hanno detto i segretari generali di Fp-Cgil Cisl-Fp Uil-Fpl e Uil-Pa.

«Aumenta di 2 miliardi il fondo sanitario, chiude Equitalia, si rottamano interessi e mora delle cartelle esattoriali, ripartono le assunzioni nel pubblico impiego», ha detto invece il ministro dell’Interno Angelino Alfano.

fonte: LASTAMPA.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2018 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?