Happy! (serie tv) – Morrison, Taylor

Quando intorno a noi le luci si spengono, le ombre diventano qualcosa di tangibile e di spaventosamente reale. Nel buio, compreso quello dell’anima, si annidano realtà troppo terribili da accettare e che possono infettarci. Combattere contro i mostri è il lavoro degli eroi. Ma cosa succede quando un eroe decide di attaccarsi alla bottiglia invece di impugnare la sua spada? Nasce qualcosa di diverso. Un essere colmo di conflitti, irascibile, violento e in bilico costante tra bene e male.

Nick Sax è l’incarnazione di ciò che l’esposizione all’immoralità, l’orrore e l’ingiustizia possono plasmare.

Approda su Netflix, piattaforma diabolica ma irrinunciabile, una delle serie televisive più allucinate degli ultimi tempi. Ovvero Happy! Eppure, nonostante il titolo, di felice c’è davvero ben poco. La serie, creata da Grant Morrison e Brian Taylor, si ispira all’omonimo fumetto scritto proprio da Morrison e disegnato da Darick Robertson. Happy! è un concentrato di violenza, droga e cinismo a secchi eppure riesce a non scivolare mai nel limbo dello squallore. A trainare la storia è l’ex poliziotto Nick Sax, interpretato da un Christopher Meloni che sembra nato per indossarne i panni sciatti e grotteschi. Sax beve, e anche parecchio, non disdegna le droghe e campa facendo il sicario. Sembra aver perso la propria moralità nel fondo delle tasche dei pantaloni e spara come se stesse lanciando coriandoli. Durante una delle sue tante “pulizie”, Sax viene colpito da un infarto, uno dei tanti, e mentre l’ambulanza corre verso l’ospedale Sax si risveglia e si ritrova a parlare con un unicorno volante azzurro. Da qui in poi si entra dalla porta principale nella follia!

Sax dovrà infatti riuscire a salvare una bambina, Hailey, rapita da uno squilibrato vestito da Babbo Natale. Naturalmente affiancato dall’unicorno, amico immaginario della bambina.

Happy! è qualcosa di inaspettato, una serie dai tratti fumettistici, dove l’antieroe Sax dovrà risalire una tortuosa china attraverso le sue debolezze e le sue reticenze per salvare un’innocente e anche se stesso. Ci muoveremo in una città poco sicura popolata da personaggi psicotici, squilibrati e assetati di potere. Una sorta di Gotham City dove al posto dell’aitante Batman si muove un cialtrone con una sciarpa improponibile al collo e dal cazzotto facile. Eppure è praticamente impossibile non amare alla follia Nick Sax, con il suo cinismo, la sua andatura da gorilla e i suoi infarti ricorrenti.

Happy! è una serie che può creare dipendenza! Dopo la prima puntata, ne vorrete ancora e ancora. Posso assicurarvelo. Fortunatamente la serie è già stata rinnovata per una seconda stagione.

Sax e Happy sono una delle coppie più riuscite degli ultimi tempi, tanto improbabili quanto perfetti.

Buona Visione

Serena Aronica

 

  • 6
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

© 2012-2018 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Privacy Preference Center

Strictly Necessary

These cookies are essential for websites built on Wordpress to perform their basic functions. These include those required to allow registered users to authenticate and perform account related functions.

wordpress_test_cookie, wordpress_{hash}, wordpress_logged_in_{hash}, wp-settings-{user_id}, wp_sharing_{id}

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Log in with your credentials

Forgot your details?