Johnny Depp e l’eccentricità: la casa Art Déco del pirata dei Caraibi

L’inconfondibile stile Art Déco è nato tra gli anni venti e trenta del novecento, ma continua ad affascinare e a far fantasticare migliaia di persone. Gli arredi Déco sono curati nei minimi dettagli ed i materiali scelti sono estremamente particolari e preziosi: vetri colorati, legni intarsiati e lucide lacche, sono solo alcuni dei prediletti in questa espressione artistica.

Se vogliamo sognare ad occhi aperti, leggendo questo articolo ci riusciremo. A Los Angeles l’attore Johnny Depp ha messo in vendita una sua grandiosa proprietà arredata completamente in pieno stile Art Déco!

Si tratta di cinque attici con stupendi terrazzi, per un totale di 1700 metri quadrati, con una vista mozzafiato sulla città ed una piscina sul tetto.

La proprietà dell’attore americano occupa l’ultimo piano dell’Eastern Columbian Building, edificio risalente al 1930 e progettato dall’architetto Claud Beelman, lo stesso a cui si deve la nascita dello storico Plaza Hotel.

La proprietà losangelina è formata da cinque appartamenti distinti tra di loro che si differenziano anche per il numero di camere da letto presenti (in un attico ne troviamo solo una, mentre negli altri ce ne sono due).

Johnny Depp ha acquistato questa proprietà nel 2007 e ne è rimasto così affascinato dal suo stile che non ha voluto modificare nessuno degli ambienti.

L’attore americano e l’ormai ex moglie Amber Heard erano soliti utilizzare solo tre dei cinque appartamenti a disposizione, gli altri due, infatti, erano tenuti come casa per gli ospiti e come studio lavorativo per Depp.

Una delle cucine presenti è molto spaziosa e propone uno stile decisamente eccentrico e pregiato. A farla da padrone è un grande tavolo in legno e ferro in stile industriale. Le pareti, cosa insolita per una cucina, sono letteralmente sommerse da quadri e grandi specchi. Per quanto riguarda la seconda cucina, questa è arredata da comode poltrone disposte intorno ad un tavolo di vetro.

In soggiorno si trova un ampio divano ad angolo di pelle marrone al quale sono abbinati diversi cuscini dai colori e dalle forme più disparate. Anche in questa stanza le pareti sono cariche di quadri, dettaglio che dona personalità ed esclusività.

I quadri si trovano anche nella bellissima biblioteca che, senza dubbio, farebbe la felicità di ogni lettore. In questa stanza ci si può rilassare su una delle accoglienti e colorate poltrone abbinate a comodi pouf utilizzati come poggia-piedi. Il tappeto in stile vintage e le pareti marroni, contrastano con il colore intenso di quadri e poltrone, creando una stanza unica e decisamente rilassante.

Le camere da letto presentano, come il resto della casa, dettagli molto colorati: in alcune sono i pesanti tendaggi ad essere il punto focale, in altre i tappeti blu elettrico e i copriletti.

Anche nei bagni emerge il suo estro creativo e stravagante, attraverso l’impiego della carta da parati raffigurante un gruppo di zebre.

Tutte le pareti delle stanze sono dipinte seguendo lo stile Art Déco. Nella sala da pranzo di uno degli attici, invece, vi sono presenti opere decorative della coppia di street artist brasiliani Gustavo ed Otavio Pandolfo, meglio conosciuti come Osgemeos. Le loro creazioni trattano temi onirici, politici e di critica sociale, inconfondibili a causa della prevalenza del colore giallo. Come ha dichiarato Gustavo in un’intervista: “Quando io ed Otavio sogniamo è tutto immerso in un’atmosfera gialla ed è una cosa del tutto personale mia e di mio fratello. Per questo motivo utilizziamo così tanto il giallo nei nostri graffiti. Non potremmo utilizzare nessun altro colore!”

Un esempio piuttosto recente di una loro opera d’arte, riguarda la decorazione del Boeing utilizzato dalla squadra di calcio brasiliana per partecipare ad un mondiale. Per questa realizzazione sono stati utilizzate ben dodicimila bombolette spray.

Anche in questo caso il colore predominante è stato il giallo e, nel loro graffito, hanno raffigurato i tifosi brasiliani con volti tristi. Questa scelta è stata motivata poiché, nonostante la grande passione per il pallone che accomuna il popolo brasiliano, era più forte il desiderio di denuncia sociale e di critica a causa di tutte le spese sostenute per il mondiale di calcio, nonostante gli innumerevoli problemi civili ed economici del Paese.

Ad ogni modo, non potevano esserci artisti più indicati per lasciare la loro firma dentro la proprietà di Johnny Depp marcando ancor di più lo stile originale, inconfondibile e deliziosamente eccentrico.

Per concludere vogliamo ricordarvi che, anche se questi attici sono troppo costosi per le vostre tasche, sognare è totalmente gratuito e corroborante.

Indubbiamente chi riuscirà ad acquistare la proprietà dell’attore, entrerà a far parte a gamba tesa nel sogno americano: vivere nella città delle star, subentrando ad un inquilino di tutto rispetto all’interno di un palazzo progettato da un architetto che ha fatto la storia degli Stati Uniti.

Denise Carulli di habitissimo.it

link all’articolo: https://www.habitissimo.it/idee/johnny-depp-e-l-eccentricita-la-casa-art-deco-del-pirata-dei-caraibi

  • 6
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

© 2012-2018 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?