Accadde oggi: l’ONU contro l’Apartheid

Con la risoluzione 1761 del 6 novembre 1962 l’ONU ruppe l’assordante silenzio delle istituzioni internazionali sulle politiche razziste condotte dal governo sudafricano. Il pronunciamento delle Nazioni Unite contro l’Apartheid – in vigore dal 1924 ed avente veste ufficiale dal 1948 – rifletteva l’indignazione diffusasi nell’opinione pubblica di tutto il mondo per quanto era avvenuto due anni prima a Sharpville, nei pressi di Johannesburg, quando le forze di Polizia avevano aperto il fuoco contro dimostranti disarmati, uccidendone 69.

Sebbene la risoluzione chiedesse a tutti gli Stati membri di interrompere le relazioni con il Sud Africa, le grandi potenze occidentali non adottarono alcuna misura di embargo economico o militare dati gli stretti rapporti di partnership commerciale con Pretoria. Come spesso accadeva – ed accade tutt’oggi – quanto stabilito dall’ONU sortì ben pochi effetti.

Analogo esito ebbe anche l’ufficiale riconoscimento dell’Apartheid come “crimine contro l’umanità”, sancito da una risoluzione del 1973 il quale portò alla sola e poco più che esteriore conseguenza della sospensione della rappresentanza del governo sudafricano dall’Assemblea generale. Per vedere concretamente abbattuto il regime di segregazione occorrerà attendere il 1994 quando il “Congresso Nazionale Africano”, il movimento politico guidato da Nelson Mandela, concluse vittoriosamente la battaglia pluridecennale per il riconoscimento dei diritti della maggioranza nera nel Paese.

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

© 2012-2018 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?