Take a look around: 12/18 novembre

Gli eventi segnalati dal nostro blog nella settimana dal 12 al 18 novembre a Roma.

13 novembreStryjenska Let’s dance, Zofia! | Istituto Polacco di Roma

Stryjenska Let’s dance, Zofia!
spettacolo di Joanna Lewicka, con Dorota Landowska
Ingresso libero sino a esaurimento posti

“Stryjenska Let’s dance, Zofia!” è un monodramma nel quale il personaggio di Zofia Stryjeńska (1891 – 1976), una delle più importanti artiste polacche della prima metà del XX secolo, racconta la propria vita. Lo spettacolo, preparato da un gruppo di artisti internazionali, è una sorta di viaggio tra teatro, musica e cinema. Le scene filmate sono state girate quest’anno in luoghi a cui l’artista era legata: Monaco di Baviera, Parigi e Ginevra.

Istituto Polacco di Roma
Via Vittoria Colonna 1, Roma

14 novembreIn Viaggio con Terzani Atto 5° | Marta Ray Travel Book Bar

Siore e Siori ecco a voi il 5° appuntamento del ciclo dedicato a Tiziano Terzani, “Il Viaggiatore” per eccellenza.
Questa volta attraverso brani tratti da “In America” e la voce del buon Mauro Mantovani viaggeremo negli Stati Uniti tra il 1967 e il 1969.. anni caldi di grandi sconvolgimenti che un Terzani giovane ma già “pronto” non può farsi sfuggire.

Durante il reading faremo delle pause, nelle quali potrete gustare i nostri cocktails e il jarfood preparato in vasocottura

Vi aspettiamo e ricordate… l’ingresso è gratuito!

15 novembrePresentazione VLAD – Vademecum Legale contro gli Abusi in Divisa | Nuovo Cinema Palazzo

Il 15 Novembre 2018 vedrà la luce VLAD – Vademecum Legale contro gli Abusi in Divisa. Per presentarlo al pubblico romano (e non) Alterego – Fabbrica dei Diritti e ACAD – Associazione contro gli abusi in divisa apriranno le porte del Nuovo Cinema Palazzo, a San Lorenzo, insieme a tanti ospiti, cibo e musica.
Un lavoro, il Vademecum, che da mesi stiamo portando avanti congiuntamente, diretto a tutte e tutti, che racconti dei diritti che ogni cittadino ha quando incontra le Forze di Pubblica Sicurezza e dei doveri che queste ultime DEVONO rispettare.
Il primo evento, quindi, di una lunga serie di presentazioni che faremo in tutta Italia. Un lavoro che nasce dal basso, dai racconti e dalle esperienze di tutti e che speriamo possa dare un piccolo contributo a tutte e tutti in un periodo storico sempre più cupo.
Ci vediamo al Palazzo, il 15 Novembre 2018, alle 20.00.

15 novembrePollock di Ed Harris | Ex Dogana

Jackson Pollock: un uomo che considera l’arte la sua vita stessa e che in essa trasferisce le proprie emozioni, quelle brutali e caotiche come quelle vitali, creando tele meravigliose simili a foreste intricate e a incendi fiammeggianti.

Il film, diretto e interpretato da Ed Harris, ripercorre la tormentata vita del pittore americano dai suoi esordi astratto-cubisti fino alla sua invenzione dell’action painting, che lo ha reso il capostipite dell’Espressionismo astratto nonché uno dei più grandi pittori americani mai esistiti.

Giovedì 15 novembre: proiezione del film su grande schermo.
Orario: 20.30.

Ingresso e parcheggio gratuito.

Concomitante: Sotto La Stanza – Una Mostra personale di Cristallo Odescalchi.

c/o Ex Dogana
Via dello Scalo San Lorenzo, 10

16 novembreVivian Maier. Psicologia di una fotografa | Biblioteca Pier Paolo Pasolini

Vivian Maier, tata di professione e fotografa in segreto, è stata scoperta, conosciuta e apprezzata solo per un gioco del destino.
La sua storia ci farà riflettere sulle dimensioni segrete della nostra personalità e su come l’arte possa nutrire quei nuclei incomunicabili che ogni individuo porta dentro di se.

“Non si limitava a fotografare. Voleva scoprire quanto ci si può avvicinare al volto di qualcuno”
Curerà la conversazione ALESSANDRO USELLI, psicologo clinico e psicoterapeuta, socio del CSPL.

http://centrostudipsicologiaeletteratura.org/chi-siamo/alessandro-uselli/

INGRESSO LIBERO e GRATUITO fino esaurimento posti.

17 novembreOHT Filippo Andreatta – Arvo Pärt // Curon/Graun | Auditorium Parco della Musica

Fondata dal regista Filippo Andreatta e da sempre impegnata a sondare il limite tra teatro e arti visive, la compagnia OHT – Office for a Human Theatre si confronta per la prima volta con il teatro musicale ispirandosi alla musica di Arvo Pärt e a un ambiguo rapporto fra uomo e natura.

Base di questo progetto è la vicenda del paese altoatesino Curon, completamente sommerso nel 1950 e di cui oggi non è rimasto più nulla, a eccezione di un campanile che spunta dall’acqua. In scena, l’intreccio tra le immagini di questo campanile e la musica del celebre compositore evocano la tragicità dei fatti storici. Diverse modalità di narrazione si affiancano a differenti versioni di Fratres, composizione senza fissa strumentazione.

Così il testo e le immagini si mescolano con la performance live, immergendo il pubblico in un’esperienza ipnotica che vede nel campanile sommerso il protagonista di questa scena al fianco del Parco della Musica Contemporanea Ensemble. Introduce lo spettacolo l’esecuzione in prima italiana della Serenade (1978) di Valentin Sylvestrov, autore ucraino coetaneo di Arvo Pärt, esponente di rilievo di quell’estetica della musica meditativa, del silenzio, delle atmosfere rarefatte che caratterizzano l’intero spettacolo.

>> bit.ly/REf18_curonIT <<
da €11 a 20

Redazione

– Hai un evento o iniziativa da segnalarci a Roma e dintorni? Scrivici a virgoletteblog@gmail.com oppure clicca qui –

Condividi:
  • 4
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato e realizzato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?