Neil Young // Songs for Judy (2018)

Ben tornati all’ascolto di una nuova puntata della rubrica di musica, La Musica del Venerdì.

Nel novembre del 1976 un quasi trentunenne Neil Young realizzò un tour di 18 concerti, accompagnandosi per lo più con la chitarra, il banjo e qualche volta con il pianoforte, in rappresentazioni quasi sempre intime. Le canzoni vennero registrate su cassetta dal fotografo Joel Bernstein e dopo esser circolate per anni come Bootleg, sono state recentemente raccolte nell’album “Songs for Judy”,

cioè canzoni per Judy Garland, l’attrice che aveva interpretato “Il mago di Oz”. Il titolo prende spunto dala monologo surreale con cui il Nostro apriva quei concerti, in cui appunto evocava la Garland.

Alcune delle canzoni sono poi diventate dei classici ma a quel tempo avevano ancora pochi anni di vita

L’album è costituito da 23 canzoni, quella che segue è una necessaria selezione:

con il brano “Campaigner” registrato alla Boston Music Hall, il 22 novembre del ’76

con la famosissima “Harvest”

con l’inedito “No one seems to know”

con la bella “The needle and the damage done”

con il brano “Mr. Soul” che suonava qualche anno prima con Buffalo Springfield

con l’altra gemma “Heart of Gold”

 

Signore e Signori

ecco a Voi

il grande

Neil Young

Buon ascolto e come sempre buon Venerdì

 

Fabrizio Savelli

Condividi:
  • 15
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?