Mercati incerti dopo il voto su Brexit, Milano tenta il recupero con le banche

Mercati incerti in Europa dopo il voto sulla Brexit al Parlamento britannico. Londra ripiega leggermente dopo un avvio positivo, mentre restano intorno alla parità Parigi e Francoforte, più deboli rispetto alle prime battute. Brilla Piazza Affari con il recupero delle banche dopo il tonfo della vigilia.Il Ftse Mib sale dello 0,8%, con Unicredit che brilla dopo aver diffuso una nota per indicare un «basso impatto» da parte delle indicazioni della Bce sugli Npl e sale di oltre il 3%. Acquistate anche Banco Bpm, in progresso dell’1,97%, Intesa Sanpaolo dell’1,45%, Mps dell’1,2%, Ubi banca dello 0,7%. Ben intonati anche gli altri settori, con pochi titoli in rosso: Terna lima lo 0,35% dai massimi storici, scivola Pirelli in un comparto industriale ben comprato e arretra Campari (-0,58%). Non si arresta il trend rialzista per il titolo Juventus (+2,8%).

Scende in mattinata lo spread tra BTp e Bund. Dopo aver aggiornato il dato Mts diffuso in avvio di seduta, che indicava un rialzo, il differenziale di rendimento tra il decennale benchmark italiano e il pari scadenza tedesco si attesta a 261 punti base, in flessione di 6 punti base rispetto ai 267 punti base della chiusura di ieri. Scende anche il rendimento del BTp decennale benchmark che in apertura è indicato al 2,82%, dal 2,87% del finale della vigilia.

Intanto si fa sentire la politica: il capo negoziatore dell’Ue per la Brexit Michel Barnier, a Strasburgo per la plenaria del Parlamento Europeo, ha ribadito che una Brexit «ordinata resta la nostra priorità assoluta» ma «nessuno scenario» può essere escluso. «Siamo appena a dieci settimane da fine marzo, cioè dal momento scelto dal governo britannico per diventare un Paese terzo. E mai il rischio “no deal” – cioé che si arrivi all’appuntamento senza una programmazione chiara dell’uscita – è parso elevato come oggi». «Londra ci dica i prossimi passi». Lo ha detto il capo negoziatore Ue per la Brexit, Michel Barnier, citato dalla Bbc. «L’Ue resta unita e determinata a raggiungere l’accordo».

fonte: LASTAMPA.it

Condividi:
  • 1
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato e realizzato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?