Parigi, gilet gialli di nuovo in piazza: scontri con la polizia, palazzi incendiati e negozi saccheggiati

Continua a salire il numero delle persone fermate a Parigi dove oggi sono scoppiati violenti scontri durante il 18esimo sabato di mobilitazione dei gilet gialli. Secondo la prefettura della capitale francese, sono 151 le persone arrestate, sulla base di dati aggiornati alle 16.30. Alcuni manifestanti hanno saccheggiato dei negozi sugli Champs-Elyse’es. La polizia ha risposto con lanci di gas lacrimogeni, idranti e con proiettili di gomma. Le immagini diffuse dai media mostrano alcuni manifestanti hanno cercato di attaccare auto e camion della gendarmeria mentre altri stavano cercando di erigere barricate. Anche il famoso ristorante Le Fouquet’s è stato attaccato e saccheggiato, come mostrano le foto postate su Twitter.

Scontri si sono verificati anche a Place de l’Etoile, dove numerosi black bloc hanno affrontato gli agenti con lanci di ciottoli e pietre. La data di oggi è stata annunciata dai gilet gialli da settimane come una giornata cruciale, nella speranza di favorire un rafforzamento della mobilitazione.

«Non si tratta né di manifestanti né di casseur, questi sono solo assassini»: questo il commento del ministro dell’Interno all’incendio di un palazzo, partito dalle fiamme appiccate durante i disordini sugli Champs-Elysees all’agenzia di una banca. Undici persone sono rimaste ferite, in modo non grave. Una donna con il bambino, rimasti intrappolati al secondo piano, sono stati salvati in extremis dai pompieri. L’incendio, ha annunciato Castaner su Twitter, è «domato»: «i pompieri e le nostre forze dell’ordine – precisa il ministro – hanno evacuato tutti gli abitanti» del palazzo.
Le fiamme si sono sprigionate da tutto l’edificio situato nel boulevard Roosevelt ed è stato necessario l’impiego di una decina di camion di pompieri. Tra i 10 feriti ci sono due poliziotti. La mamma e il bimbo sono stati evacuati dai vigili del fuoco dopo che erano rimasti bloccati al secondo piano. L’edificio appare ora completamente devastato.
Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?