Fisco, nei primi 5 mesi del 2019 scoperti 13.000 evasori totali

Nel periodo compreso tra il 1 gennaio del 2018 e il 31 maggio del 2019 la Guardia di Finanza ha scoperto 13.285 evasori totali, soggetti completamente sconosciuti al Fisco che non hanno mai pagato un euro di tasse e che hanno evaso complessivamente 3,4 miliardi di Iva. Un numero leggermente superiore a quello dello stesso periodo precedente, quando ne furono scoperti 12.824. Sono inoltre scoperti 42.048 lavoratori in nero o irregolari – anche questi in aumento (erano 30.818) – e sono stati denunciati 8.032 datori di lavoro.

“In Italia c’è un problema serio che molti fanno finta di non vedere: i grandi evasori! Un governo che si definisce del cambiamento non può far finta di non vedere queste cose e deve intervenire per tutelare gli italiani onesti”. Così il vice premier Luigi Di Maio su Facebook sottolineando che “non ci sono altre soluzioni: il carcere! Questa è la strada da intraprendere e questa è la strada che prenderemo!”

“Il problema è che finora lo Stato se l’è sempre presa con i più deboli, con chi non riesce ad arrivare alla fine del mese. Ma è troppo facile fare la voce grossa con chi non riesce nemmeno a sfamare i propri figli, bisogna prendersela con chi evade regolarmente, con chi lo fa quasi per mestiere e si arricchisce giorno dopo giorno alle spalle di migliaia di famiglie che, giustamente, lamentano scarsi servizi nel Paese”, aggiunge.

Il MoVimento 5 Stelle “i grandi evasori ha iniziato a combatterli, dando maggiori capacità operative alla Guardia di Finanza. Abbiamo intensificato gli sforzi e io credo una cosa, molto semplice: se sei un grande evasore che se la spassa danneggiando le persone perbene, ovvero chi ogni mattina si alza rientrando la sera alla fine di una lunghissima giornata di lavoro, ebbene se sei uno che invece di rispettare come tutti le regole pensi solo a truffare lo Stato ti devi fare il carcere”.

fonte: LASTAMPA.it

Condividi:
  • 23
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?