Iran, gli Usa lanciano attacchi informatici contro i sistemi missilistici

Dopo l’abbattimento del drone, Trump ha autorizzato segretamente un attacco informatico di rappresaglia contro l’Iran, secondo quanto riportato dal Washington Post. L’attacco ha paralizzato i computer utilizzati per controllare lanci di razzi e missili, secondo il Post, che ha citato fonti bene informate. Yahoo ha citato due ex funzionari dell’intelligence dicendo che gli Stati Uniti hanno preso di mira anche i sistemi di rilevamento delle navi nello stretto strategico di Hormuz, dove Washington ha accusato l’Iran di due recenti attacchi contro petroliere.

La risposta agli assalti alle petriolifere
Gli attacchi sono stati inizialmente decisi proprio come risposta agli assalti contro le petroliere. I funzionari della difesa degli Stati Uniti hanno rifiutato di confermare. «Per quanto riguarda la politica e la sicurezza operativa, non discutiamo di operazioni, intelligence o pianificazione», ha detto la portavoce del Dipartimento della Difesa Heather Babb ad AFP.

In Parlamento: «Morte all’America»
Intanto i deputati iraniani hanno cantato oggi lo slogan «morte all’America» («Marg bar Amreeka» in farsi) durante una sessione del Parlamento iraniano. Lo riferiscono i media internazionali: «L’America è il vero terrorista che diffonde il caos, fornisce armi avanzate ai gruppi terroristici, e ancora dice `venite, negoziamo´», ha detto il vicepresidente del Parlamento, Masoud Pezeshkian, scatenando la reazione di molti dei parlamentari presenti.

L’appello del comandante della base dei Pasdaran
«Un conflitto militare contro l’Iran avrebbe effetti imprevedibili e non controllabili nella regione da alcun Paese», ha detto il comandante della base Khatamolanbia dei Pasdaran, Gholamali Rashid. Gli Usa, di consegueenza, «devono evitare errori e non mettere in pericolo le proprie forze, anzi salvaguardare le loro vite», ha aggiunto.

fonte: LASTAMPA.it

Condividi:
  • 28
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato da Filippo Piccini sito web realizzato da Riccardo Spadaro

Log in with your credentials

Forgot your details?