“Dalla Russia soldi per la Lega”: BuzzFeed pubblica gli audio, Salvini annuncia querela

“BuzzFeed News ha ottenuto una registrazione audio esplosiva di un incontro all’hotel Metropol di Mosca, nel quale un uomo vicino al più potente esponente dell’estrema destra europea- il vicepremier italiano Matteo Salvini- e altri cinque uomini negoziano un accordo per canalizzare segretamente decine di milioni di dollari dai soldi del petrolio russo al partito di Salvini, la Lega“. Con queste parole il giornale BuzzFeed News pubblica sul proprio sito, in un articolo a firma Alberto Nardelli, un audio che rilancia le ombre sui legami tra Salvini e Putin.

La registrazione fa riferimento ad un incontro avvenuto all’hotel Metropol di Mosca lo scorso 18 ottobre tra sei uomini, tre italiani e tre russi. L’uomo che parla nell’audio è individuato come Gianluca Savoini, presidente dell’associazione Lombardia-Russia e già definito da numerosi media italiani come lo ‘sherpa’ delle relazioni tra la Lega e il Cremlino, mentre non vengono riconosciuti gli altri 5 partecipanti. Dello stesso incontro avevano già scritto a febbraio i giornalisti de L’Espresso Stefano Vergine and Giovanni Tizian.

BuzzFeed News è una testata online americana, già nota per aver pubblicato numerosi documenti sul ‘Russiagate’ che ha investito l’amministrazione Trump. In quell’occasione, il procuratore generale dell’Fbi Robert Mueller aveva contestato il lavoro dei giornalisti di BuzzFeed, senza smentirlo ma definendolo “non accurato”.

IL CONTENUTO DELL’ACCORDO: 65 MLN DI DOLLARI PER LA LEGA
“Il negoziato- scrive BuzzFeed- è durato per un’ora e 15 minuti. L’accordo avrebbe coinvolto una delle maggiori compagnie petrolifere russe, pronta a vendere in un anno almeno 3 milioni di tonnellate di petrolio all’Eni, la compagnia petrolifera italiana per un valore di 1.5 miliardi di dollari. L’acquisto e la vendita sarebbe avvenuto tramite intermediari, con i venditori che avrebbero applicato uno sconto in queste transazioni”.

Secondo quanto calcolato da BuzzFeed News “il risparmio sarebbe stato di circa 65 milioni di dollari. Questi soldi sarebbero stati girati in maniera segreta alla Lega, tramite gli intermediari”

Nella registrazione, inoltre, i partecipanti alla riunione specificano in maniera esplicita che “lo scopo dell’accordo è quello di supportare la Lega, in particolare per la campagna elettorale europea.

BUZZFEED: DUBBI SU INTEGRITA’ ELEZIONI EUROPEE
“Sebbene non sia chiaro se l’accordo negoziato all’hotel Metropol sia mai stato eseguito o se la Lega abbia mai ricevuto alcun finanziamento- scrive ancora BuzzFeed News- l’esistenza della registrazione solleva seri dubbi sull’integrità delle elezioni europee di maggio“.

BuzzFeed fa quindi il punto sui legami tra il Cremlino e la politica europea: “la leader nazionalista francese, Marine Le Pen, ha ricevuto un prestito di 11 milioni di euro dalle banche russe l’anno dopo che questa si è espressa a favore dell’annessione alla Russia della Crimea. Il finanziere inglese Arron Banks, tra i più grandi sostenitori della Brexit, è sotto inchiesta da parte della ‘UK National Crime Agency’ per gli 8 milioni donati alla campagna del ‘Leave’, dopo un accordo su investimenti in oro e diamanti offerto dall’ambasciata russa a Londra. Il leader del partito di estrema destra austriaca, Heinz-Christian Strache, è stato costretto a dimettersi a maggio dopo essere stato ripreso mentre mentre discuteva la concessione di appalti pubblici in cambio del supporto della Russia alla sua campagna elettorale”.

LEGA. SALVINI: MAI PRESO NIENTE DALLA RUSSIA, QUERELERO’
“Ho già querelato in passato, lo farò anche oggi, domani e dopodomani: mai preso un rublo, un euro, un dollaro o un litro di wodka di finanziamento dalla Russia”. Cosi’ Matteo Salvini replica all’articolo di BuzzFeed News.

PD DENUNCIA IL ‘RUSSIAGATE’: SALVINI RIFERISCA IN AULA
Il Pd chiede al ministro dell’Interno Matteo Salvini di riferire in aula a Montecitorio in merito a quanto pubblicato dal sito BuzzFeeed News: “Salvini venga a rispondere formalmente se cio’ che viene descritto e registrato nel file audio corrisponde a quel che noi pensiamo”, dice Emanuele Fiano in aula a Montecitorio.

Anche il segretario dem Zingaretti chiede un chiarimento: “Rubli dalla Russia alla Lega per una campagna elettorale contro l’euro? Va tutto chiarito immediatamente”. L’ex ministro Carlo Calenda, invece, parla di “questione di sicurezza nazionale“.

M5S: CHI RAPPRESENTA ITALIA DEVE FARE INTERESSI ITALIA, NON ALTRI PAESI
“Il MoVimento 5 Stelle fa l’interesse degli italiani, non di altri Paesi!” Si intitola cosi’ un post del M5s di commento al presunto Russiagate leghista.

“In queste ore leggiamo di presunti finanziamenti provenienti dalla Russia e indirizzati alla Lega. Leggiamo di possibili querele e tutti ci chiamano per sapere la nostra posizione. La nostra posizione – si legge – è semplice e l’abbiamo sempre ribadita: al MoVimento 5 Stelle non gliene frega nulla dei petrolieri e men che meno degli speculatori. Sono mondi che proprio non ci appartengono e ne siamo orgogliosi. Avere le mani libere significa questo: non rispondere a nessuno di questi colossi, così come non ci facciamo piegare dai Benetton sulla tragedia del Ponte Morandi. Il MoVimento 5 Stelle risponde solo ai cittadini, dipende da loro. Punto! Quindi queste storie non ci sfioreranno mai e non devono, ovviamente, nemmeno sfiorare il governo!”

Il M5s aggiunge: “Sia chiara una cosa: l’Italia è un Paese autonomo e chi si candida a rappresentarla deve fare l’interesse dell’Italia, non di altri Paesi. Che questi si trovino a Est o a Ovest fa poca differenza. Che vendano Vodka o Coca Cola non importa. Noi siamo liberi e lo resteremo. Noi spieghiamo sempre nel dettaglio ogni cosa, inoltre, e ci aspettiamo che tutte le forze politiche facciano lo stesso. Si chiama trasparenza ed è il minimo sindacale!”

fonte: AgenziaDIRE.it

Condividi:
  • 43
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato e realizzato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?