Ti amerò… fino ad ammazzarti // Lawrence Kasdan

Occhio non vede… cuore non duole. Ma se vede allora sono guai, e anche piuttosto seri! Donne tradite da mariti infedeli e farfalloni qualcuno ha pensato bene di riscattarvi, regalandovi almeno lo sfizio di immaginarvi alle prese con una diabolica vendetta.

Ti amerò… fino ad ammazzarti è una spassosa commedia nera del 1990 diretta da Lawrence Kasdan, e ispirata ad un fatto di cronaca accaduto realmente. Il film è un vero e proprio cult e gioca in maniera tremendamente divertente con il tema dell’infedeltà.

Joey Boca (interpretato da un fenomenale Kevin Kline) è un pizzaiolo italo-americano e un incallito dongiovanni. La moglie Rosalie (Tracey Ullman), mamma e moglie devota, non sospetta nulla nonostante i continui avvertimenti di Devo (un giovanissimo e splendido River Phoenix). Quando però scopre che il marito è un vero farfallone irriverente, Rosalie inizia a meditare vendetta e insieme alla diabolica madre Nadja (Joan Plowright), ingaggiano un killer. Fallito miseramente questo primo tentativo, provano ad avvelenarlo. Joey però è un osso duro e le due donne, aiutate da Devo, si affidano a due improbabili individui per compiere il misfatto.

Ti amerò… fino ad ammazzarti è una commedia ever green che non invecchia mai. Gli stereotipi italo-americani sprizzano da ogni dove ma non annoiano mai e forniscono una marcia in più alla pellicola. Grottesca e azzeccata la scelta dello sgangherato duo di improvvisati assassini cialtroni interpretato da William Hurt e Keanu Reeves.

Nonostante qualche ripetizione e un finale troppo “buono”, il film è un piccolo gioiello di black humor.

Joey perderà il vizio oltre al pelo? Chissà… uomo infedele avvisato, forse mezzo salvato!

Buona Visione

Serena Aronica

Condividi:
  • 33
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato e realizzato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?