La paura del caos no-deal Brexit, quando vengono pubblicati i documenti riservati

yellowhammer brexit

Una Brexit senza accordi potrebbe comportare un aumento dei prezzi di cibo e carburante, l’interruzione delle forniture di medicinali e disordine pubblico per le strade della Gran Bretagna, secondo i documenti segreti che il governo è stato costretto dai parlamentari a pubblicare mercoledì.

Un documento di cinque pagine che illustrava le “ipotesi di pianificazione” del governo sotto l’Operazione Yellowhammer – il piano senza accordi del governo – è stato divulgato in risposta a una mozione di “messaggio umile”.

Il contenuto del documento era sorprendentemente simile al piano trapelato al Sunday Times di agosto, che il governo respinse all’epoca in quanto obsoleto.

Quel documento è stato descritto come un “caso base”; ma il nuovo documento afferma di rappresentare uno “scenario peggiore”.

Guidata dall’ex procuratore generale Dominic Grieve e approvata dalla Camera dei Comuni lunedì notte mentre Boris Johnson si preparava a sospendere il parlamento, la mozione richiedeva la pubblicazione dei documenti, gran parte dei quali erano trapelati in agosto.

All’epoca, Downing Street dichiarò che il documento era stato sostituito e fonti governative suggerirono che fosse trapelato da ex ministri disaffezionati. L’ex cancelliere Philip Hammond ha in seguito chiesto scuse a Johnson, quando è emersa la data sul documento era agosto, dopo che il Primo Ministro ha preso il potere.

Il documento, che delinea le “ragionevoli ipotesi di pianificazione in caso di peggiori sviluppi” per Brexit senza alcun accordo, evidenzia il rischio di ritardi alle frontiere, data una stima secondo cui fino all’85% dei camion che attraversano la Manica potrebbe non essere pronto per un nuovo regime doganale francese.

“La mancanza di prontezza del commerciante combinata con uno spazio limitato nei porti francesi per contenere veicoli pesanti” non già “potrebbe ridurre la portata al 40% -60% dei livelli attuali entro un giorno poiché i veicoli pesanti già non riempiranno le porte e bloccheranno il flusso”, avverte.

Questa situazione potrebbe durare fino a tre mesi e l’interruzione potrebbe durare “significativamente più a lungo”, aggiunge, con i camion che devono attendere tra 1,5 e 2,5 giorni per attraversare il confine.

La dipendenza delle forniture mediche dalle rotte della Manica “le rende particolarmente vulnerabili a gravi ritardi prolungati”, afferma il rapporto, con alcuni medicinali che hanno una durata di conservazione così breve che non possono essere accumulati. La mancanza di medicinali veterinari potrebbe aumentare il rischio di epidemie, aggiunge.

Sulle forniture alimentari, le forniture di “alcuni tipi di alimenti freschi” verrebbero ridotte, avverte il documento, così come altri articoli come l’imballaggio.

Dice: “In combinazione, questi due fattori non causeranno una carenza generale di cibo nel Regno Unito, ma ridurranno la disponibilità e la scelta dei prodotti e aumenteranno il prezzo, il che potrebbe avere un impatto sui gruppi vulnerabili”.

Successivamente, aggiunge: “I gruppi a basso reddito saranno condizionati in modo sproporzionato da eventuali aumenti dei prezzi di cibo e carburante”.

Sulla legge e sull’ordine avverte: “Le proteste e le contro-proteste avranno luogo in tutto il Regno Unito e potrebbero assorbire quantità significative di risorse della polizia. Potrebbe anche verificarsi un aumento del disordine pubblico e delle tensioni della comunità.”

I documenti delineano anche un potenziale impatto sui servizi finanziari transfrontalieri e sulla condivisione delle informazioni delle forze dell’ordine.

Gibilterra potrebbe affrontare ritardi significativi al suo confine con la Spagna, con attese di quattro ore probabilmente “per almeno alcuni mesi”.

Il documento ammette anche che ci sarà un ritorno a una sorta di confine irlandese rigido nonostante l’insistenza del Regno Unito che non imporrà controlli: “È probabile che questo modello si rivelerà insostenibile a causa di significativi rischi economici, legali e di biosicurezza e nessuna efficace mitigazione unilaterale sarà disponibile. “

L’aspettativa, aggiunge, è che alcune aziende si sposteranno per evitare le tariffe e altre dovranno affrontare costi più elevati.

Mercoledì sera il governo ha affermato che il documento trapelato “non è mai stato un caso base o centrale”.

“Alcune iterazioni delle assunzioni di Yellowhammer hanno usato la frase ‘scenario di base’ per descrivere alcuni parametri di base – come che il Regno Unito uscirà in una data in particolare e commercerà in base ai termini dell’OMC – su cui sono quindi costruite le ipotesi del caso peggiore. Ciò non ha mai significato che Yellowhammer sia uno scenario di base o centrale e suggerire altrimenti è una grave travisamento “, ha affermato una fonte del governo.

Il governo ha rifiutato di ottemperare alla seconda parte della richiesta dei parlamentari, che hanno richiesto il rilascio di messaggi relativi alla sospensione del parlamento inviati dal consigliere senior di Johnson, Dominic Cummings e vari altri aiutanti su WhatsApp, Facebook, altri social media ed entrambi i loro telefoni personali e professionali.

In una lettera a Grieve, Michael Gove, il cancelliere del ducato di Lancaster, affermava che la richiesta era “inappropriata in linea di principio e in pratica, pretenderebbe a suo modo di chiedere al governo di contravvenire alla legge, ed è singolarmente ingiusta nei confronti degli individui nominati”.

Lunedì Grieve ha riferito ai parlamentari di avere informazioni da funzionari pubblici che la corrispondenza conteneva uno “scandalo”.

La Camera dei Comuni ha votato il governo per pubblicare le informazioni, dando mercoledì il primo ministro una scadenza delle 23:00 da rispettare.

Dopo la pubblicazione del documento, Grieve ha dichiarato: “Come conservatore di una nazione sono profondamente spaventato dal danno a lungo termine che un approccio sconsiderato – che consapevolmente mette a rischio la prosperità, aumenta la povertà e persino minaccia le forniture mediche – farà sia alla gente che al nostro partito. Ciò deve essere fermato.”

A Gove è stato affidato il compito di accelerare i preparativi senza accordi attraverso il governo. Il cancelliere, Sajid Javid, ha stanziato altri 2 miliardi di sterline alla revisione della spesa della scorsa settimana per il compito, portando il totale ora assegnato alla pianificazione senza accordi a £ 8 miliardi.

Johnson ha perso ogni voto in parlamento da quando è diventato primo ministro a luglio, compresi i suoi due tentativi di scatenare una rapida elezione generale per il mese prossimo.

La scorsa settimana il primo ministro ha scatenato un violento contraccolpo all’interno del partito Tory, rimuovendo la fronda dei 21 ribelli che hanno sostenuto la legislazione guidata dal backbench per costringerlo a richiedere un rinvio della Brexit se non riesce a passare un nuovo accordo attraverso il parlamento entro la metà di ottobre.

Tra gli espulsi ci sono l’ex segretario alla giustizia David Gauke, Hammond e il nipote di Winston Churchill, Nicholas Soames.

Il capo della fronda Mark Spencer ha ora scritto ad alcuni di loro, confermando che hanno il diritto di appellarsi alla decisione – e suggerendo che la futura lealtà al governo potrebbe rafforzare la loro causa.

Uno dei 21 parlamentari ha dichiarato: “Era una delle lettere più inconsapevoli che ho ricevuto da un po’ di tempo. Da persone seriamente sleali e decimate dal proprio governo di minoranza. Non le rivoglio indietro …

“Tutto ciò che ho fatto nella mia comunità locale è stato confermare che il partito conservatore è ora guidato da una setta ristretta che non sarebbe fuori posto nella versione Muppet del racconto di Handmaiden. È come sentirsi chiedere dal capitano se vuoi tornare sul Titanic. “

I conservatori senior si aspettano che i capigruppo siano meno accomodanti con quei parlamentari che sono stati fortemente critici nei confronti della posizione del governo.

Sam Gyimah ha ricevuto una lettera ma non intende cercare di ripristinare la spaccatura, intuisce il Guardian; mentre Hammond spera di affrontare la sospensione originale nel tentativo di annullarla.

link all’articolo originale: TheGuardian.com

Condividi:
  • 3
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato e realizzato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?