Umbria, Pd e M5S si accordano sull’imprenditore di Norcia Bianconi: “Ricostruiamo il futuro della Regione”

vincenzo bianconi umbria

E’ Vincenzo Bianconi, imprenditore 47enne di Norcia e presidente di Federalberghi Umbria, il nome su cui Partito Democratico e Movimento 5 Stelle hanno trovato l’accordo per il candidato in Umbria. Questa mattina, il passo indietro di Francesca Di Maolo (la candidata dell’Istituto serafico di Assisi ha deciso di continuare con il suo progetto educativo), ha riaperto la partita del presidente di Federalberghi Umbria. Le condizioni che si erano dati i dem e i Cinque stelle per portare avanti la trattativa erano che il candidato comune dovesse essere espressione di realtà civiche, dovesse essere una personalità lontana dai partiti e non dovesse avere già incarichi di governo nella regione. Una condizione, questa, che aveva fatto bocciare la proposta M5s di candidare la sindaca di Assisi, Stefania Proietti. Brava amministratrice, spiegano i dem, ma di sindaci bravi ce ne sono tanti, anche targati pd, ed escluderli per fare spazio alla prima cittadina di Assisi avrebbe prodotto mal di pancia potenzialmente letali ai fini della corsa alla presidenza umbra. Inoltre, il nome di Proietti, avrebbe reso difficile per il candidato inizialmente indicato dal Pd, Andrea Fora, spiegare le ragioni di un passo indietro: con una macchina già avviata per correre alle regionali, l’ex presidente di Confcooperative si è reso disponibile a un passo indietro, a patto che arrivasse un’alternativa di peso. Ecco, dunque, la scelta di Bianconi, uno degli imprenditori-simbolo dell’impegno per la ricostruzione dopo il terremoto del 2016 che ha colpito anche la sua città.

“Ricostruiamo il futuro dell’Umbria”
«Sono Vincenzo Bianconi, imprenditore umbro di Norcia. Come tanti, sono innamorato della mia terra. Ogni giorno con la schiena dritta, con determinazione e passione, cerco di migliorare le cose che mi circondano. Non mi sono mai tirato indietro dinnanzi alle sfide che la vita mi ha posto», scrive Bianconi in una nota. «Ed è per questo che ho deciso di accogliere l’invito a candidarmi a Presidente della Regione Umbria, invito che tante forze civiche, associative e politiche mi hanno rivolto». Per Bianconi «è ora di ricostruire il futuro dell’Umbria, perché la nostra è una Regione straordinaria e civile che ha bisogno, pero’, di fortissimi cambiamenti: per l’Ambiente ed il Lavoro, per le Imprese, per il Paesaggio e la Cultura, per l’Università, la Sanità e la Ricerca, per le Infrastrutture ed i Trasporti, per la Sicurezza e la Legalità. Mi sono battuto per queste cose da cittadino e da imprenditore. Ora voglio dare il mio contributo in modo diverso, in una coalizione civica, sociale e politica».

Zingaretti: candidatura forte
«Grazie a Vincenzo Bianconi per la sua scelta. Una bella e forte candidatura. Sara’ il candidato dell’Umbria, una terra meravigliosa. L’Umbria che non si arrende e che combatte per il suo futuro» scrive il segretario Pd, Nicola Zingaretti, su Twitter.
Di Maio: persona giusta per ricucire
«La persona giusta per ricucire quel rapporto di fiducia tra istituzioni e cittadini che in Umbria, dopo lo scandalo sulla sanità, oramai sembra perso» commenta il ministro degli Esteri e leader del M5S Luigi Di Maio su Facebook. «Quella che inizia oggi è una nuova sfida, una nuova avventura. Il nostro obbiettivo è quello di fare gli interessi dei cittadini e sono convinto che quella che abbiamo fatto sia la proposta migliore possibile».

Passo avanti per creare campo riformista
«L’accordo in Umbria tra Pd e M5S sulla candidatura di Vincenzo Bianconi a Presidente della Regione è un altro passo verso la creazione di un campo riformista in grado di battere la destra e cambiare l’Italia» scrive su twitter il ministro della cultura e capo della delegazione Pd al governo Dario Franceschini.

fonte: LASTAMPA.it

Condividi:
  • 2
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato e realizzato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?