El Camino // Vince Gilligan

el camino film poster

Cosa accade nel momento in cui si compie una scelta? Accade che gli ingranaggi di una mostruosa macchina iniziano a girare. Una scelta può essere il frutto di un’attenta riflessione, della disperazione o di una valutazione leggera e superficiale. Una scelta può salvare, uccidere  o imprigionare. E chi può raccontarci le conseguenze di una scelta meglio di Jesse Pinkman?

Sin dai primi rumors non ufficiali, l’ipotesi di un film legato all’universo di Breaking Bad ha scatenato l’entusiasmo dei fan della serie. Ora però che il film è una realtà (lo trovate su Netflix), la delusione degli aficionados sembra incolmabile. Perché?

Breaking Bad è una serie epocale. Il suo linguaggio visivo e narrativo è stato talmente potente da creare una deflagrazione. Chi mette piede nella vita di Walter White e Jesse Pinkman compie una scelta, che lo porterà fin dentro il cuore dell’abisso. L’imponenza di questa serie, secondo i fan, meritava quindi un’appendice dello stesso calibro. El Camino è quindi la pallida ombra di Breaking Bad?

Ho amato alla follia la serie, avvertendo persino quel senso straniante di abbandono una volta giunta all’ultima puntata, e credo che El Camino sia la degna conclusione per Jesse. Vince Gilligan produce, scrive e dirige l’epilogo del “suo” Jesse, e secondo me, lo fa con una viscerale emozione.

Jesse è un personaggio complesso, in lui coesistono infatti tantissime sfumature. La sua fragilità è nascosta dal volto apparentemente duro del ragazzo di strada, ma anela ad avere un mentore. Jesse desidera qualcuno che lo possa amare davvero, qualcuno che possa essere fiero di lui. E trova Walter White. Il loro rapporto è di una complessità struggente e magnifica. Eppure negli anfratti più bui e segreti delle loro anime sono totalmente differenti. Walter si spoglia dell’impacciata timidezza da professore per trasformarsi in un essere feroce e affamato di potere. Jesse è solo un ragazzo con alle spalle delle scelte sbagliate, scelte dalle quale vorrebbe scappare.

El Camino è proprio questo. Nel pianto straziante e liberatorio di Jesse (un Aaron Paul magnifico) si condensano il dolore, la rabbia e il senso di libertà di essere finalmente ad un passo da una nuova vita. Il film è “Jesse” con i suoi terribili ricordi, le violenze e le perdite che hanno letteralmente marchiato a fuoco la sua anima. Jesse porterà per sempre con se il peso enorme di una scelta che ha avuto un impatto devastante sulla sua vita, e su quelle delle persone che ha amato. Ha perso tutto Jesse, ma ha ritrovato se stesso. El Camino è il suo grido di libertà, è la sua rinascita e la speranza che forse, da qualche parte, potrà finalmente trovare la pace.

Buona Visione

Serena Aronica

Condividi:
  • 31
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato e realizzato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?