Renzi chiude la Leopolda: “Salvini Don Abbondio, non stacchiamo la spina al governo”

renzi leopolda 10

Alla Leopolda è il giorno del gran finale l’intervento di Matteo Renzi. “Non vogliamo staccare la spina al governo, questa legislatura arriverà alla conclusione”. Ma nelle parole dell’ex premier non mancano critiche al governo: “Non capisco che cosa abbia fatto di male il ceto medio per essere tartassato così da tasse inutili”. Non mancano i riferimenti a Salvini: “Pensi al Papeete, noi ci occupiamo di governare”. E ancora: “Pensavo fosse Don Rodrigo, ho scoperto che è un don Abbondio”.

Tra gli ospiti anche Lele Mora
Tra i tanti curiosi accorsi a Firenze, anche l’agente dello spettacolo Lele Mora. “Sono venuto a salutare Renzi, per curiosità. Ero mussoliniano? Io sono mussoliniano ma la simpatia di un amico non si discute – ha detto Mora ai giornalisti – Renzi mi ha invitato, ha detto vieni a salutarci e sono venuto. “Perché sono vestito di nero? La camicia nera va sempre bene, snellisce”, ha spigato Mora, che tuttavia non sembra intenzionato a prendere la tessera del nuovo partito Italia Viva. “No, niente tessere. Se è la nuova Forza Italia? Beh, lo spero per Renzi”, ha aggiunto.

Anche una “Madamin” sul palco
Una madamin sul palco della Leopolda: Giovanna Giordano, tra le promotrici della mobilitazione dei 40 mila Si’ Tav a Torino e’ intervenuta nel corso della tre giorni fondativa di Italia Viva: “Tav e’ parte di un sistema europeo importantissimo, un modo per restare aggangiati all’Europa e al mondo, non solo per i torinesi. Quando parliamo di tav parliamo di infrastrutture fondamentali per il Paese”, ha spiegato Giordano ricordando, poi, la nascita del movimento piemontese a favore della Tav che, partito dai social, ha portato in piazza decine di migliaia di persone. “Adesso dobbiamo reinventare il futuro della Val di Susa liberata dai camion, e di Torino”.

Marattin: “Ci accusano di sabotare, ma da noi solo proposte”
“Se proponi delle idee, ti dicono che fai dei diktat. Se vuoi discutere di come spendere meglio i soldi dei cittadini ti dicono che sei un sabotatore e un ricattatore” dice Luigi Marattin, vicecapogruppo di Iv alla Camera, alla Leopolda. “Mi chiedono se è vero che Renzi vuol prendere il posto di Di Maio.. Mi chiedo a che punto della storia la politica è diventata tutto questo. Dieci anni fa è questo che ci ha portato in questo logo, la voglia di non rassegnarci”.

Rosato: “Italiani tranquilli, Italia viva non fa cadere il governo”
“Dico agli italiani ‘state tranquilli'”, Italia Viva non ha alcuna intenzione di far cadere il governo. Lo dice Ettore Rosato rispondendo ai giornalisti su un sondaggio per il quale la maggioranza degli interpellati teme che Matteo Renzi finirà per staccare la spina. “Probabilmente c’è anche un pezzo della Lega che era in piazza, che vorrebbe che noi lasciassimo questo governo – aggiunge il coordinatore nazionale di Iv -, ma invece siamo convinti che essendo nato solo per una volontà esplicita di Renzi, che all’inizio non ha trovato nemmeno tanto calore tra quelli che oggi si preoccupano per la tenuta del governo, noi siamo per andare avanti, con questa legislatura – conclude Rosato -. Però siamo per fare le cose, ragioniamo insieme e risolviamo i problemi. Agli italiani non interessano le nostre beghe, interessa che la manovra sia approvata”.

Boschi: Leopolda casa nostra
“Non potevamo non fare alla stazione Leopolda la Leopolda numero 10, e soprattutto non poteva non nascere alla Leopolda Italia Viva: è la nostra casa, è da qui che è iniziato tutto ed è da qui che continuerà la nostra avventura” ha affermato Maria Elena Boschi, capogruppo di Iv alla Camera, aprendo i lavori della terza e ultima giornata di Leopolda 10 a Firenze. “E’ bello che siamo diventati talmente tanti che la Leopolda purtroppo non ci contiene più tutti”, ha aggiunto, salutando i partecipanti all’interno e all’esterno della ex stazione, insieme a Eugenio Comincini in rappresentanza del gruppo di Iv al Senato, sostituendo il capogruppo Davide Faraone che “ha fatto un po’ tardi e poi ci spiegherà perché”, ha detto Boschi, sottolineando che con Italia Viva “ci impegniamo a portare avanti le proposte emerse dai tavoli di lavoro” di ieri mattina. I primi interventi della giornata sono stati affidati a tre delle quattro presentatrici ‘Millennials’ della kermesse: Arianna Furi, Benedetta Onori e Danja Stocca.

fonte: LASTAMPA.it

Condividi:
  • 5
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2019 virgoletteblog.it ideato e realizzato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?