In Austria il governo verde-conservatore è a maggioranza femminile

governo verde conservatore austria

L’Austria ha giurato martedì nel suo nuovo governo composto da una coalizione verde-conservatore. Per la prima volta, i ministri donna supereranno gli uomini. Nove dei 17 membri del nuovo gabinetto infatti sono donne, sebbene entrambi i ruoli di cancelliere e vice cancelliere siano ricoperti da uomini.

Il presidente Alexander van der Bellen, un ex portavoce dei Verdi, ha giurato nel Consiglio dei ministri esattamente 100 giorni dopo le elezioni, che non sono riuscite a dare a nessun partito una chiara maggioranza e hanno portato a tre mesi di tesi negoziati.

Il nuovo governo è anche il primo in cui il partito conservatore austriaco (ÖVP), scettico nei confronti degli immigrati e del centrosinistra, i verdi, di sinistra e ambientalisti, lavoreranno insieme; e la prima volta in assoluto che i verdi entreranno nel governo.

Il cancelliere Sebastian Kurz ha affermato che il partenariato della coalizione senza precedenti lavorerà insieme per “proteggere i confini e l’ambiente”.

Chi compone il gabinetto?

Il Consiglio dei Ministri comprende 13 ministri, due segretari di stato, che tecnicamente non fanno parte del governo, nonché il cancelliere e il vice cancelliere.

Kurz torna così al potere dopo una pausa di sette mesi e all’età di 33 anni sta contendendo il titolo di capo di governo in carica più giovane del mondo al nuovo primo ministro finlandese Sanna Marin, che ne ha 34.

L’ÖVP e i Verdi hanno entrambi espresso un vice ministro ciascuno.

Ai Verdi sono stati affidati quattro ministeri, compresi i portafogli per l’ambiente e la giustizia. Il partito di Kurz manterrà gli altri 10, compresi i ministeri degli interni, della difesa e delle finanze.

Alexander Schallenberg, un tecnocrate non partigiano ma alleato dell’ÖVP, manterrà il posto come ministro degli Esteri, che ha assunto quando è crollata l’ultima coalizione di Kurz.

Che influenza hanno i Verdi?

Diverse concessioni sono state fatte ai Verdi come parte del nuovo accordo. L’Austria cercherà di essere carbon neutral entro il 2040 e di stabilire un prezzo per le emissioni di CO2. Entro il 2030, tutta l’elettricità austriaca proverrà da fonti energetiche rinnovabili e i trasporti in aereo sono destinati a diventare più costosi nel tentativo di rendere i viaggi in treno più interessanti.

Che cosa è successo alle elezioni?

Il precedente governo austriaco è crollato a maggio a causa di uno scandalo sulla corruzione che coinvolse l’allora leader del FPÖ Heinz-Christian Strache.

Il cosiddetto scandalo Ibiza-gate – che consiste in un video dove si mostra Strache che offre favori ad un finto investitore russo – ha innescato le elezioni a settembre, in cui gli elettori scontenti sono fuggiti dall’FPÖ e hanno consegnato il 37,5% dei voti all’ÖVP. I Verdi hanno raggiunto il 13,9%, un record per gli ambientalisti.

link all’articolo originale: DeutscheWelle.com

Condividi:
  • 4
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2020 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?