fbpx

Ghost Stories // Nyman, Dyson

ghots stories copertina film

La morte è un tema difficile, scomodo e spinoso. La morte è una certezza, un evento naturale e in definitiva neanche troppo eclatante. La morte è un fatto. Punto. Eppure, il pensiero di spegnersi disperdendosi nel nulla è difficile da digerire. Ci si aggrappa allora alla speranza che possa esistere una dimensione ultraterrena, che i morti possano in qualche modo continuare a perdurare.

Ghost Stories” è un film del 2018 diretto da Andy Nyman e Jeremy Dyson e tratto dall’omonima piéce teatrale degli stessi registi. Il tema focale di questo sofisticato horror è proprio lo scetticismo che incontra il dubbio. Il Professor Phillip Goodman (Andy Nyman) crede in modo ferreo nel raziocinio e nel fatto che tutto è esattamente ciò che sembra. La sua vita è interamente votata allo smascherare truffatori, imbonitori e sedicenti sensitivi che millantano poteri sovrannaturali. La radicata fiducia del Professor Goodman nel “qui e ora” è inoltre frutto degli studi del suo predecessore Charles Cameron, misteriosamente scomparso.

Il professor Goodman viene però contattato proprio da Cameron, ormai vecchio, malato e pronto a rinnegare la sua cieca fiducia nello scetticismo, e invitato a risolvere tre casi che sembrano in tutto e per tutto autentici.

Ghost Stories” è un film vecchio stile negli intenti, ma assolutamente attuale nella messa in opera. Il dividere in casi il film, regala alla pellicola un sapore meravigliosamente vintage. Le scelte registiche, meticolose nelle inquadrature e nel creare diversi livelli di tensione, sono al limite della perfezione. Il film è interamente pervaso da un’aura di disagio, di angoscia e paura.

Attraverso i tre casi lo spettatore sprofonda in un liquido senso di smarrimento e terrore, le sicurezze vacillano e la fiducia nel raziocinio viene meno. “Ghost Stories” però non è solamente questo… il finale rivela molto di più lasciando di stucco chi lo guarda!

Morire potrebbe infatti non essere il male peggiore… languire in silenzio e solitudine in un oceano liquido di rimpianti, dolore, lutti e famiglie perdute potrebbe essere persino peggiore.

Buona Visione

Serena Aronica

Condividi:
  • 86
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2020 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?