fbpx

BIZZARRO POPOLO GLI ITALIANI

fascista traditore

Winston Churchill commentando l’atteggiamento degli italiani che subito dopo la fine della seconda guerra mondiale divennero improvvisamente tutti antifascisti, affermò: “Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti.”

La polemica di questi giorni sul prolungamento dello stato di emergenza nel nostro Paese ricorda un po’ il significato di questa citazione. Recriminare una maggiore libertà, adesso che siamo ancora nel pieno della pandemia, dopo tutto ciò che abbiamo vissuto sulla nostra pelle negli scorsi mesi e confondendo evidentemente questa misura con il lockdown, è quantomeno bizzarro se non addirittura criminale se a fare confusione è chi in realtà ha ben chiara la situazione.

Ricordo quando nelle scorse settimane alcuni cittadini volevano fare causa a Conte per mancato preavviso dell’emergenza Covid19, accusandolo di non aver fatto abbastanza per mettere in sicurezza la salute pubblica. Questa iniziativa era stata coordinata da una parte ben precisa della società civile italiana che fa riferimento ad un altrettanto precisa parte politica. Gli stessi che oggi invece sbraitano contro il prolungamento dello stato di emergenza e che si lamentano di dover indossare la mascherina come se rappresentasse chissà quale umiliazione personale.

Sarebbe curioso sapere se, sia chi critica il governo di non aver fatto abbastanza, sia chi sostiene si stia invece facendo troppo (che poi come detto sono gli stessi), ci si renda conto che l’Italia in realtà già da gennaio era in stato di emergenza e proprio a causa dello stato di allerta generato dal coronavirus, osservato al tempo ancora da lontano, senza che nessuno si fosse lamentato di ciò o se ne fosse reso conto.

Purtroppo la pandemia non è assolutamente finita, anzi, se si analizzano i dati sui contagi mondiali si nota come proprio in questi giorni si stanno infrangendo nuovi record, anche di decessi. Proprio nelle ultime 24 ore si sono registrati 289mila nuovi contagi nel mondo, record di sempre che molto probabilmente verrà da qui a breve nuovamente superato. Sappiamo benissimo, perchè lo abbiamo vissuto a marzo, che non possiamo ritenerci al sicuro in un mondo interconnesso come il nostro e, se già in Europa i contagi stanno nuovamente aumentando in modo preoccupante, è molto probabile che da qui a breve anche nel nostro Paese dovremo tornare ad innalzare le misure di contrasto alla diffusione del virus. Senza considerare poi quanto potrebbe accadere nei prossimi mesi quando la minore esposizione solare, le temperature basse e l’umidità ne favoriranno inevitabilmente la virulenza.

Il problema è sempre lo stesso, la disinformazione unita all’ignoranza che con questa si autoalimenta. La stessa che fa gridare al complotto sull’esistenza del virus, di fatto negandola, e la stessa disinformazione che molto probabilmente crerà non pochi problemi quando e se mai dovesse uscire un vaccino contro il Covid19, nel convincere le persone a farselo somministrare. Considerando che stando alla più recente statistica sul livello di istruzione dei vari Paesi europei siamo agli ultimi posti, dobbiamo soltanto sperare di essere almeno un po’ più fortunati degli altri nell’affrontare i mesi a venire.

Filippo Piccini

Condividi:
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2020 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?