fbpx

15 settembre 1935: le leggi di Norimberga

leggi di norimberga

Il 15 settembre 1935 durante il congresso annuale del Partito Nazionalsocialista Tedesco, che si tiene a Norimberga, vengono annunciate tre nuove leggi che privano gli ebrei di tutti i diritti. Queste sono la “legge per la protezione del sangue e dell’onore tedesco”, la “legge sulla cittadinanza del Reich” e la “legge sulla bandiera del Reich”.

Gli ebrei non sono più considerati cittadini del Reich. Sono proibiti i matrimoni misti. Alla discriminazione per legge si accompagna una crescente emarginazione nella vita sociale.

Centinaia di migliaia di ebrei, additati a bersaglio dell’odio popolare dall’abile e massiccia propaganda nazista abbandonano la Germania a partire da questo momento.

La politica razziale nazista si inquadra in un vasto programma di “difesa della razza”, del “sangue e dell’onore tedesco” che prevede anche la sterilizzazione forzata per i portatori di malattie ereditarie e la soppressione degli infermi di mente considerati come incurabili. Nel periodo 1933-1939 il regime preparò infatti l’opinione pubblica attraverso un oculato e mirato programma propagandistico.

Le organizzazioni naziste prepararono opuscoli, poster e film in cui si mostrava il costo di mantenimento degli istituti medici preposti alla cura dei malati inguaribili e si affermava, al pari della retorica utilizzata anche oggi da alcuni schieramenti politici nel caso di altre minoranze, che il denaro risparmiato poteva essere speso con più profitto per il “progresso” del popolo tedesco “sano”.

Condividi:
  • 3
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2012-2020 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?